Chi è la Consigliera di Parità?

La Consigliera di Parità è la figura istituzionale designata dalla Provincia e nominata dal Ministero del Lavoro  e delle Politiche Sociali.
Preposta ad intervenire in modo specifico sulle tematiche delle Pari Opportunità, svolgendo funzioni di promozione e di controllo dell’attuazione dei principi di uguaglianza di opportunità e non discriminazione per uomini e donne nel lavoro.
E’ una figura di mediazione in ambito istituzionale e lavorativo, un punto di riferimento per l'attuazione di politiche a favore delle donne.
Essa opera,ai sensi della Legge 125/91 e del Decreto Legislativo 198/2006 (Codice delle pari opportunità tra uomo e donna”  (artt. 13 e 15)

La Consigliera della provincia di Pesaro e Urbino

La Consigliera di Parità della nostra provincia è  la dott.ssa Romina Pierantoni.

Alla Consigliera di parità si possono rivolgere, in forma totalmente gratuita, donne e uomini che ritengono di essere discriminate/i.

Per i casi individuali, su mandato dell’interessata/o, la Consigliera di parità potrà promuovere conciliazioni presso la Direzione Provinciale del Lavoro e/o produrre ricorso giudiziale perchè il giudice accerti la discriminazione e ordini un piano di rimozione di tale situazione .
Il servizio è gratuito.

La Consigliera opera,ai sensi della Legge 125/91 e del Decreto Legislativo 198/2006  (Codice delle pari opportunità tra uomo e donna”  (artt. 13 e 15)

Decreto 198/06  [pdf - 50 KB]
 

Quando rivolgersi alla Consigliera

Se  hai subito una discriminazione:
nell'accesso al lavoro
nell'accesso a corsi di formazione
nello sviluppo della carriera
nel livello di retribuzione

Se hai avuto difficoltà
a vivere  la maternità e il lavoro (es. licenziamento)
il rientro al lavoro
la richiesta di congedi parentali

Se  nella tua azienda
vuoi valorizzare la presenza femminile
vuoi accedere ai finanziamenti previsti dalla L. 125/91
vuoi presentare progetti sulla riorganizzazione aziendale e sulla flessibilità in base alla L. 53/2000 e al D.L. 151/2001

Se nel tuo Ente
devi costituire il CUG
devi presentare il piano di Azioni Positive in base all'art. 3 del D.L. 196/2000
vuoi integrare le pari opportunità nelle politiche dell'Ente
vuoi favorire l'uguaglianza tra uomo e donna nel lavoro
vuoi migliorare la presenza femminile nell'Ente e favorire i processi di carriera delle donne
vuoi contrastare in modo efficace le discriminazioni in base al sesso

Contatti

La Consigliera di Parità riceve su appuntamento telefonando in orario d'ufficio al n. 0721 3592305  o scrivendo direttamente all'indirizzo sotto indicato
consigliera@provincia.ps.it

torna all'inizio del contenuto