Comunicati stampa | Dalla Provincia
martedì, 24 aprile 2007
Origine: Informazione e stampa -  Autore: Giovanna Renzini

Provincia, si premiano 125 “Apifarfalle”

Venerdì 27 aprile alle 10,30 nella sala del consiglio provinciale verrà consegnato un riconoscimento simbolico a quanti hanno contribuito allo sviluppo economico e sociale del territorio

PESARO – Sono 125 i premiati della IV edizione dell’iniziativa “Una provincia di Apifarfalle”, promossa dalla Provincia per assegnare riconoscimenti simbolici a quanti hanno saputo valorizzare le proprie vocazioni, favorendo lo sviluppo del territorio e contribuendo all’attuazione della programmazione provinciale in campo scientifico, tecnologico, culturale, sociale, sportivo, professionale, economico, territoriale, ambientale.
La cerimonia, aperta al pubblico, si terrà venerdì 27 aprile alle ore 10.30, nella sala del consiglio provinciale “W.Pierangeli” e sarà presieduta dal presidente della Provincia Palmiro Ucchielli. A tutti i premiati verrà consegnato un piccolo trofeo che si ispira liberamente all’Amorino bronzeo romano conservato nel Museo Archeologico Oliveriano di Pesaro. Un’onorificenza straordinaria sarà invece assegnata alla memoria del dottore commercialista Ermes Cappellini, “per i grandi meriti professionali e la dedizione profusa per l’interesse del bene comune e civile”.
Tra le “Apifarfalle” di questa edizione, segnalate in gran parte da associazioni di categoria e sindacali, ordini professionali, enti locali, Università, ma anche da cittadini, compaiono nomi noti e meno noti, tra cui l’ex presidente della Provincia Vito Rosaspina, l’atleta 90enne Giuseppe Ottaviani (che negli ultimi due anni ha conquistato titoli nazionali nell’atletica leggera), Valentino Ricci (prigioniero Buchenwald, reparto prigionieri politici dal 1943 al 1945), il presidente dell’associazione pesarese albergatori Caride Gasparini, l’incisore, grafico e pittore Carlo Ceci (figura di spicco nella Scuola del libro di Urbino degli anni ‘40/’60), il consigliere dell’associazione nazionale “Città del Carnevale” Alberto Berardi, i ristoratori Renato Pinto, Alceo Rapa e Lucio Pompili, il tartufaio Giuseppe Falconi, gli artigiani della pietra di Acqualagna Enzo Bartoli e Alipio Pambianchi, il vice caporedattore del TG5 Claudia Marchionni (originaria di Colbordolo e profondamente legata al territorio), l’ex comandante della V “Brigata Garibaldi” Claudio Cecchi (Commissario della Provincia nel ’44), i sacerdoti don Ottavio Corbellotti e don Lino Ricci, lo stampatore Gaetano Monanni, l’insegnante Maria Tita Valentini (prima donatrice Avis), il mugnaio in pensione Riccardo Orazi, la delegata provinciale della Federazione italiana baseball - softball Luigina Mattioli, l’insegnante e scrittore Alberto Calavalle, la titolare delle “Ceramiche artistiche Molaroni” Marcella Jannone Molaroni. Tutti i nomi dei premiati e le motivazioni verranno inseriti, come ogni anno, nell’”Albo d’onore dei premiati”.

 

torna all'inizio del contenuto