Comunicati stampa | Dalla Provincia

giovedì, 28 febbraio 2008
Origine: Informazione e stampa -  Autore: Nicoletta Giorgetti

Due milioni di euro per la nuova sede del Benelli di Novafeltria

Sabato 1° marzo l’inaugurazione dell’attesa struttura realizzata dalla Provincia in collaborazione con il Comune

NOVAFELTRIA. Sarà inaugurata sabato prossimo, 1 marzo, alle 10.30, la nuova sede dell’Istituto professionale Ipsia “Luigi Benelli”, all’interno del polo scolastico “Einaudi” di Novafeltria.

Due milioni di euro l’importo complessivo dei lavori, realizzati dalla Provincia (la sede dell’Ipsia è stata trasferita dal Comune all’amministrazione provinciale in base al nuovo assetto dell’edilizia scolastica stabilito dalla Legge 23 del ’96) e così ripartiti: 826.331 euro finanziati con mutuo a fondo perduto grazie alla Legge 23 per l’edilizia scolastica, 258.228 euro con economie maturate da altro finanziamento, 646.882 euro con Bop dell’annualità 2004, 268.557 euro con finanziamento aggiuntivo del Comune di Novafeltria.

“Il polo scolastico Einaudi di Novafeltria – sottolinea il presidente Ucchielli, che parteciperà al taglio del nastro – rappresenta per la Val Marecchia il fulcro dell’offerta formativa per l’istruzione secondaria superiore, raccogliendo molteplici indirizzi e un gran numero di studenti provenienti anche dalle aree confinanti”.

Il nuovo edificio del Benelli, la cui realizzazione si è resa necessaria viste le precarie condizioni del vecchio fabbricato che ha ospitato, sino ad ora, la scuola, permetterà il concreto accorpamento dell’Ipsia all’interno del Polo scolastico.

“Un traguardo importante – fa notare Ucchielli –, raggiunto con la collaborazione dell’amministrazione comunale di Novafeltria,  per il miglioramento del patrimonio edilizio scolastico della Provincia, ma soprattutto una risposta reale alle esigenze della popolazione studentesca”. 

A tenere a battesimo la moderna e funzionale sede del Benelli saranno, sabato mattina, accanto al presidente Ucchielli, anche gli assessori provinciali Giuseppe Lucarini (Lavori pubblici) e Renzo Savelli (Pubblica istruzione), e Tea Giannini, preside dell’istituto.

torna all'inizio del contenuto