Comunicazione istituzionale | Dalla Provincia
giovedì, 26 aprile 2012

Cultura e Turismo fanno Economia

San Giorgio, 10 maggio ore 21.00 - Sala del Consiglio Comunale

Giovedì 10 maggio 2012 alle ore 21 presso la Sala del Consiglio Comunale di San Giorgio,  all'interno del Progetto "Turismo e Cultura fanno Economia" che intende valorizzare e sostenere la promozione ed il potenziamento delle reti culturali e turistiche di eccellenza, si presenta la quarta iniziativa dal titolo Un museo da scoprire e gustare.
Sempre nel mese di maggio sono previste altre  2 iniziative nei Comuni  San Costanzo e Sassocorvaro.

In questa fase di crisi globale, il turismo, nella Provincia di Pesaro e Urbino, si è rivelato un settore in controtendenza, dando un importante supporto all’economia del territorio, come dimostrano gli incrementi sia negli arrivi che nelle presenze.
L’Amministrazione Provinciale sta portando avanti da tempo una strategia che mette al centro la qualità della vita, la qualificazione dell’accoglienza turistica e delle strutture alberghiere ed extralberghiere, le eccellenze enogastronomiche, la valorizzazione dei piccoli borghi e delle tante bellezze artistiche, architettoniche, paesaggistiche, la promozione di eventi, manifestazioni e rassegne culturali. Ed è proprio la cultura, insieme al turismo, l’altro pilastro della ripresa economica del territorio, visto che l’attenzione di italiani e stranieri è sempre più indirizzata alla scoperta e riscoperta del nostro patrimonio artistico e culturale e delle tante iniziative in grado di farlo conoscere. Cultura dunque come fattore di crescita individuale dei cittadini, ma anche come elemento fondante di programmazione economica, capace di attrarre ambiti correlati come turismo e occupazione. Nella Provincia di Pesaro e Urbino, le imprese attive nel settore culturale sono 1.140, per un totale di 2.877 addetti, mentre quelle del settore turistico sono 3.400, per un totale di 19mila addetti. I dati, aggiornati al 2011, evidenziano un aumento rispetto ai due anni precedenti, a testimonianza della dinamicità dei due comparti nel territorio provinciale. 

torna all'inizio del contenuto