Comunicati stampa | Dalla Provincia
giovedì, 14 aprile 2011
Origine: Informazione e stampa -  Autore: Giovanna Renzini

Vivere in classi multietniche, gli studenti si raccontano in un libro e un sito web

L’Istituto omnicomprensivo “Montefeltro” di Sassocorvaro ha aderito al progetto “Lontani da dove?” della Provincia di Pesaro e Urbino sull’integrazione interculturale

SASSOCORVARO – Sono stati presentati, all’Istituto omnicomprensivo “Montefeltro” di Sassocorvaro, un volume ed un sito internet dal titolo “Lontani da dove?”, realizzati dagli alunni delle classi I A dell’Ipss e IV A del liceo scientifico ed incentrati sull’integrazione tra culture diverse, frutto del lavoro e delle esperienze vissute a scuola.

All’iniziativa sono intervenuti anche gli assessori provinciali alla Pubblica istruzione e Integrazione interculturale Alessia Morani (nella foto in alto) e ai Rapporti con i cittadini della provincia nel mondo Massimo Seri, visto che l’istituto ha aderito all’omonimo progetto della Provincia rivolto alle scuole per far conoscere la storia della nostra emigrazione e comprendere le ragioni della nuova immigrazione.

Nel volume, la I A dell’Ipss, formata da 24 alunne di cui 12 provenienti da altri paesi (Europa dell’est, Africa) e con età differenti, ha proposto testi, disegni, riflessioni, evidenziando come la presenza in classe di studenti stranieri sia spesso uno stimolo, una risorsa, una sfida culturale, a partire dal riconoscimento e dalla valorizzazione delle differenze per arrivare ad un percorso di “cittadinanza del mondo”, intesa come nuova dimensione della convivenza democratica. Il tutto, nell’ambito dei laboratori di scrittura, storia dell’arte ed espressioni grafiche. “Vivere in una classe così è come viaggiare in posti diversi senza muoversi”, è il titolo di uno scritto. “Pensavo fosse uno svantaggio trovarsi in una classe multietnica, ma dopo pochi giorni di scuola ho cambiato idea: penso sia un grosso vantaggio, un privilegio, possiamo partecipare a progetti che una classe di tutti italiani non avrebbe permesso”, evidenzia un’altra allieva.

Da parte loro, gli studenti della IV liceo scientifico hanno invece realizzato un sito web con immagini, video, audio, testi. In un crescendo di esperienze, avvicinamenti e graduali integrazioni emerge uno spaccato importate della realtà scolastica.

torna all'inizio del contenuto