Comunicati stampa | Dalla Provincia
giovedì, 23 ottobre 2003
Origine: Informazione e stampa -  Autore: a.p.

Sulle ali dei colombi alla scoperta del territorio.

Continua il successo degli itinerari Extravaganti che raddoppiano gli appuntamenti.

Colombi viaggiatori, custodi di messaggi alati, timidi, schivi, infedeli e con un senso dell’orientamento fuori dal comune. Colombi come non li avevamo mai immaginati, protagonisti dell’itinerario “Extravaganti, viaggi curiosi nelle pieghe del territorio”

dedicato a “Colombi e colombaie della Valmarecchia”, che domenica 26 ottobre sarà replicato (per informazioni e prenotazioni Cooperativa Il Grande Albero 0721/371511). In passato simbolo di nobiltà e ricchezza, la piccionaia e i suoi inquilini alati sono stati oggetto di approfondimenti di una letteratura sterminata, che l’architetto Gianni Volpe, sapiente narratore della giornata, ha ripercorso svelando particolari molto curiosi sui colombi. Dalla Torre Colombaia di Novalis a Sassocorvaro e San Leo (dove l’extravagante compagnia ha ammirato, grazie al Gruppo colombofilo Cesena-Rimini, un lancio di colombi dalla Rocca e si è poi fermata alla “Corte di Berengario II” per gustare un pranzo dove il colombo, dal vino della Fattoria del Piccione al dolce a forma di colomba, non ha mai abbandonato i partecipanti), da Talamello a Torriana per poi sconfinare in Romagna con una tappa a Sant’Arcangelo: un viaggio nella Valmarecchia per conoscere usi e costumi di una colombaia. E nemmeno Tonino Guerra si è sottratto al fascino dell’insolito argomento. Per questo, in collaborazione con Gianni Volpe, ha dedicato ai colombi una intera collezione di cartoline, i messaggi alati, diventate ormai introvabili pezzi da collezione. E non solo: nelle cantine della storica osteria felliniana “La Sangiovesa” di Sant’Arcangelo di Romagna è stata ricavata “La grotta delle colombaie” (da una idea di Gianni Volpe) dove sono conservate ventuno modellini in gesso delle più belle colombaie del mondo, dalla Persia all’isola greca di Tinos, alla Normandia e l’Iran, che conducono alla Sorgente dei desideri ideata dal celebre poeta di Pennabilli.

La prossima domenica l’appuntamento con le colombaie extravaganti sarà arricchito dalla presenza di Claudio Tombini, affermato attore pesarese che vanta collaborazioni con il regista Ermanno Olmi (“Il mestiere delle armi”) e gli attori Kim Rossi Stuart e Piera degli Esposti.

 

 

 

 

torna all'inizio del contenuto