Comunicati stampa | Dalla Provincia
lunedì, 31 luglio 2006
Origine: Informazione e stampa -  Autore: Giovanna Renzini

Situazione idrica Estate 2006

Il punto sulla situazione idrica nell'intero territorio provinciale

Nel corso della Conferenza delle Autonomie Locali convocata dalla Provincia per fare il punto sulla situazione idrica nell’intero territorio, i responsabili dell’A.T.O. (Autorità d’Ambito per le risorse idriche della provincia) hanno analizzato la situazione estiva delle portate dei corsi d’acqua superficiali, con particolare riferimento al fiume Metauro e agli invasi Enel ubicati al Furlo, San Lazzaro e Tavernelle. Confrontando i dati di questi giorni a quelli degli anni precedenti, emerge un quadro abbastanza simile e ben lontano dal periodo fortemente siccitoso dell’estate 2003. La portata del Metauro garantisce infatti sia lo sfruttamento idropotabile del fiume che il mantenimento del minimo deflusso vitale in alveo. I rilievi relativi ai tre bacini dell’Enel, ricaricati dai fiumi Candigliano e Metauro, indicano una quantità costante della risorsa idrica, in grado di alimentare, in caso di necessità, gli acquedotti del territorio provinciale, soddisfacendo anche i “picchi” di consumo dovuti alla stagione turistica che cattura un numero di utenti maggiore rispetto al resto dell’anno. In questi giorni gli amministratori locali hanno comunque avvisato, in via cautelativa, le popolazioni del territorio, affinché si faccia un uso attento e consapevole dell’acqua potabile, evitando inutili sprechi per fini diversi dai bisogni umani. Parallelamente a tali iniziative, anche gli investimenti per le risorse idriche nella nostra provincia, pari a 24 milioni di euro, sono stati destinati per oltre il 50%, alla riduzione e al contenimento delle perdite dalle tubazioni che attualmente si attestano attorno al 30% dell’acqua captata per gli usi potabili.

 

torna all'inizio del contenuto