Comunicati stampa | Dalla Provincia
giovedì, 27 marzo 2008
Origine: Informazione e stampa -  Autore: Francesco Nonni

Regione: "Ersu unico? Non è tra le nostre priorità"

Condivise le richieste del presidente della Provincia Palmiro Ucchielli durante il vertice a Urbino

URBINO. La costituzione di un unico Ente regionale per il diritto allo studio universitario (Ersu) nelle Marche non è all'ordine del giorno e non rientra tra le priorità degli interventi predisposti dalla giunta regionale. Lo hanno assicurato questa mattina (giovedì 27 marzo) gli assessori regionali Pietro Marcolini e Almerino Mezzolani, nel corso del vertice sull'Ateneo tenutosi nella sede della Provincia. Accolte, in tal senso, le richieste del presidente della Provincia Palmiro Ucchielli a tutela delle istanze dell'Ersu urbinate.

Nei giorni scorsi, infatti, il presidente della Provincia, con una lettera indirizzata al presidente della Regione Gian Mario Spacca e all'assessore regionale al diritto allo studio Ugo Ascoli, aveva nuovamente esortato la Regione a non considerare l'ipotesi dell'accorpamento, a salvaguardia delle competenze della struttura di Urbino e dell'offerta di servizi garantiti agli studenti dell'Università "Carlo Bo".  

"L'impianto complessivo degli Enti per il diritto allo studio - si legge nel testo trasmesso da Ucchielli - ha già subìto di recente revisioni volte alla ottimizzazione e alla tutela delle espressioni e del pluralismo dei territori, non direttamente assimilabili e riconvertibili in un unico modello gestionale: vi invito pertanto, come anche richiesto dal Consiglio provinciale, a non considerare per il futuro l'ipotesi di aggregazione".

La risposta della Regione è arrivata dunque durante l'incontro di oggi che ha visto la partecipazione congiunta di Provincia, Comune, Ersu e Università.

 

torna all'inizio del contenuto