Comunicati stampa | Dalla Provincia
mercoledì, 23 febbraio 2011
Origine: Informazione e stampa -  Autore:Giovanna Renzini

“Quando gli stranieri eravamo noi”, incontri al liceo scientifico “Torelli” di Fano e Pergola

Venerdì 25 e sabato 26 febbraio, storie di emigrazione dalle Marche in Europa. Interverranno l’assessore Massimo Seri, lo storico Iscop Paride Dobloni e rappresentanti delle associazioni di emigrati

FANO E PERGOLA – “Quando gli stranieri eravamo noi: storie di emigrazione dalle Marche in Europa”, è il titolo di due incontri con gli studenti che si terranno venerdì 25 febbraio, alle ore 11, al liceo scientifico “Torelli” di Fano e sabato 26 febbraio, alle ore 10, sempre al “Torelli” ma nella sede di Pergola. L’iniziativa è promossa dalla Provincia di Pesaro e Urbino (assessorato ai Rapporti con i cittadini della provincia nel mondo), nell’ambito del progetto “Minerve: la nuova Europa in rete con la vecchia Europa”, di cui l’ente è capofila. Il progetto, che vede come partner il Belgio (Comune di Genk), la Romania (Contea di Gorj) e la Polonia (Comune di Wieliczka), ha ottenuto dalla Commissione europea un finanziamento per varie attività, con l’obiettivo di mettere in “rete” città e province di vecchia e nuova migrazione, mantenere viva la memoria, diffondere nei giovani la conoscenza dei luoghi e delle storie legate all’emigrazione, avviare relazioni tra paesi con tradizioni diverse.
Dopo il saluto delle autorità locali, ai due incontri con le scuole interverranno l’assessore ai Rapporti con i cittadini della provincia nel mondo Massimo Seri (che presenterà il progetto “Minerve”) ed il professor Paride Dobloni, storico dell’Iscop (Istituto di storia contemporanea della provincia di Pesaro e Urbino), che si soffermerà sul tema “Le emigrazioni dall’Italia nel ‘900”. Per concludere con testimonianze di rappresentanti delle associazioni degli emigrati marchigiani in Belgio e Lussemburgo e di esponenti dei paesi partner del progetto.
Per informazioni: Ufficio sviluppo economico – emigrazione della Provincia, tel. 0721/3592324 – 031.
torna all'inizio del contenuto