Comunicati stampa | Dalla Provincia
lunedì, 30 giugno 2008
Origine: Informazione e stampa -  Autore: Nicoletta Giorgetti

Province, Comuni e federalismo fiscale: summit in via Gramsci

Convocato da Ucchielli giovedì 3 luglio un incontro con i vertici delle amministrazioni pubbliche delle Marche

PESARO. “Il ruolo della Provincia e dei Comuni nell’attuazione del federalismo fiscale” è il tema dell’incontro convocato dal presidente della Provincia di Pesaro e Urbino e dell’Upi regionale, Palmiro Ucchielli, per giovedì 3 luglio, alle ore 9.30, nella Sala consiliare Pierangeli di via Gramsci.

L’invito è rivolto ai presidenti e agli assessori al Bilancio delle Province marchigiane, ma anche ai sindaci e agli assessori al Bilancio dei Comuni della regione, “chiamati a riflettere – spiega Ucchielli – sulle funzioni di tali amministrazioni pubbliche, che in questi anni hanno contribuito in modo considerevole allo sforzo di riequilibrio dei conti dello Stato”.

Eppure “nella manovra finanziaria annunciata dal Governo – incalza Ucchielli – il sacrificio maggiore è richiesto a Comuni e Province. E’ evidente che senza un vero federalismo fiscale, pur facendoci carico della perequazione e della solidarietà verso le Province e i Comuni meno dotati di gettito erariale, non si può continuare nella linea dei tagli senza affrontare una riforma dello Stato e senza trattenere sul proprio territorio una parte della ricchezza prodotta”.

Questa, dunque, la ragione del vertice indetto da Ucchielli: “Dobbiamo adoperarci affinché a livello centrale si proceda ad un disegno di Legge che dia piena attuazione al federalismo fiscale, coerentemente con quanto previsto dall’art.119 della Costituzione. Il prelievo dei tributi dovrà essere legato alla responsabilità politica di ciascun livello di governo, assicurando un equilibrio tra il ruolo delle Regioni e quello di Province e Comuni”.

Perché questo avvenga “è necessario assicurare alle Province e ai Comuni – ribatte il presidente dell’Upi e della Provincia di Pesaro e Urbino – la compartecipazione ad un grande tributo erariale e la possibilità di applicare tributi propri”.

                                                                                               

torna all'inizio del contenuto