Comunicati stampa | Dalla Provincia
lunedì, 27 settembre 2010
Origine: Informazione e stampa -  Autore: Giovanna Renzini

Nasce a Fano il “Centro Studi Vitruviani”

La stipula avverrà il 30 settembre nell’ambito di un convegno a Palazzo San Michele. Presidente del Comitato scientifico sarà Salvatore Settis, direttore della “Scuola Normale Superiore” di Pisa

FANO – E’ dedicato all’opera dell’architetto romano Marco Vitruvio Pollione, vissuto nel I secolo a.C ed autore del trattato De Architectura (fondamento teorico dell’architettura occidentale, dal Rinascimento alla fine del XIX secolo), il “Centro Studi Vitruviani” che nascerà a Fano il 30 settembre, nell’ambito del convegno “Vitruvio e il De Architectura nella cultura classica” che si terrà a Palazzo San Michele (via Arco D’Augusto 2). L’obiettivo è quello di diffondere la conoscenza della cultura classica e della classicità, in particolare l’opera antica e l’influenza moderna di Vitruvio, che nel “De Architectura” parla della sua “Basilica” di Fano, oggetto di studi e ricerche. L’iniziativa è della Provincia di Pesaro e Urbino, del Comune di Fano, della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano, delle Università di Urbino e Ancona e di altri enti e istituzioni (Archeoclub, Confesercenti, Confcommercio).
Ad illustrare l’attività del Centro Studi ed il convegno del 30 sono intervenuti in una conferenza stampa a Fano, nella sede della Fondazione Cassa di Risparmio, l’assessore provinciale alle Politiche culturali e valorizzazione beni storici e artistici Davide Rossi, l’assessore alla Cultura del Comune di Fano Franco Mancinelli, il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano Fabio Tombari, il curatore del convegno Paolo Clini dell’Università Politecnica delle Marche di Ancona (che presiederà il Centro Studi Vitruviani) ed il presidente dell’Archeoclub di Fano Piergiorgio Budassi (che sarà il vice presidente del Centro).
A presiedere il Comitato scientifico del “Centro Studi è stato chiamato Salvatore Settis, direttore della “Scuola Normale Superiore” di Pisa. Altri componenti di spicco sono Pierre Gros (uno dei maggiori esperti internazionali di Vitruvio), Guido Beltramini (direttore del Centro internazionale di studi di architettura “Andrea Palladio” di Vicenza), Marco Gaiani (professore ordinario di Disegno alla facoltà di Ingegneria dell’Università di Bologna), Howard Burns della Scuola Normale Superiore di Pisa, Mario Luni dell’Università degli Studi “Carlo Bo” di Urbino. Tutti i componenti del comitato scientifico interverranno al convegno del 30, insieme a Paolo Clini. Per l’occasione, alla presenza di un notaio, verrà formalizzata la nascita dell’associazione “Centro Studi Vitruviani”. La giornata si concluderà  con la visita all’interessante mostra “Fano, Vitruvio e il De Architettura: segni e memorie”, a cura di Paolo Clini e Mario Luni, nella quale sono illustrati metodi e tecnologie innovative per la divulgazione del vasto patrimonio di studi e conoscenze su Vitruvio.

torna all'inizio del contenuto