Comunicati stampa | Dalla Provincia
mercoledì, 27 aprile 2011
Origine: Informazione e stampa -  Autore: Giovanna Renzini

Margherita Hack affascina il pubblico pesarese, consegnati riconoscimenti e premi

Successo per l’incontro promosso dalla “Consulta della provincia di Pesaro e Urbino per la laicità delle istituzioni”, con il patrocinio dell’assessorato alle Politiche culturali

PESARO – Ha affascinato per quasi due ore il pubblico che ha affollato la sala del consiglio provinciale, rispondendo alle numerose domande su scuola, nucleare, laicità, ricerca, Costituzione, diritti, astronomia, rapporto tra scienza e fede. Margherita Hack, astrofisica di fama mondiale, non ha risparmiato energie e quando le è stato chiesto chi le desse la forza per essere quasi ogni giorno in una città diversa a tenere conferenze e incontri, ha risposto: “Il mio Dna è abbastanza buono, ho fatto molto sport, che aiuta il fisico ma anche il morale, consente di conoscere i propri limiti e di rapportarsi meglio agli altri”. L’incontro, dal titolo “Libera scienza in libero Stato” come il libro che la Hack ha pubblicato con Rizzoli, è stato promosso dall’assessorato alle Politiche culturali della Provincia e dalla “Consulta della provincia di Pesaro e Urbino per la laicità delle istituzioni”. Accolta dall’assessore alle Politiche culturali Davide Rossi (che le ha donato volumi sulla nostra provincia) e dal presidente della “Consulta della provincia di Pesaro e Urbino per la laicità delle istituzioni” Raffaele Belviso (che l’ha nominata socio onorario), Margherita Hack ha dialogato con Giancarlo Iacchini (docente di filosofia e storia al liceo “G.Nolfi” di Fano) e con il numerosissimo pubblico. Il presidente del Circolo della Stampa Elio Giuliani ha quindi consegnato all’astrofisica il premio “Il maestro”, dedicato a Gioachino Rossini (maestro per antonomasia) e assegnato ai grandi giornalisti, scrittori e comunicatori. Circondata dall’affetto dei presenti e del marito, la Hack, che quest’anno compirà 90 anni, ha quindi firmato autografi ai suoi tanti lettori.

torna all'inizio del contenuto