Comunicati stampa | Dalla Provincia
mercoledì, 28 settembre 2005
Origine: Informazione e stampa -  Autore: m.b.

Lucarini: «Pista ciclabile, avanti a tutti i costi»

L’assessore ai lavori pubblici chiederà alla Regione la divisione dell’opera in lotti autonomi

«La pista ciclabile tra Pesaro e Fano è una delle opere più significative della provincia, sia a livello simbolico, dal momento che unisce le due città, sia perché risolve parte dei problemi di sicurezza e viabilità della statale 16. Bisogna realizzarla, tutta e nel minor tempo possibile».

Ribadisce la determinazione della Provincia nel completare l’intervento l’assessore ai lavori pubblici Giuseppe Lucarini.

«L’incontro che abbiamo avuto di recente con il Comune di Fano ha confermato questa volontà - prosegue Lucarini - Eravamo da tempo in attesa delle pratiche tecniche e finanziarie dell’Amministrazione fanese che aveva stanziato solo parte della somma prevista (600.000 euro invece di un milione di euro), ripromettendosi di intervenire in due esercizi successivi per il reperimento della parte rimanente.

«Il Comune di Fano chiede ora di intervenire in Regione per una proroga. Abbiamo manifestato agli amministratori le nostre perplessità, ma ovviamente cercheremo in ogni modo di fare il possibile per realizzare l’intera pista ciclabile. E così abbiamo già fissato un incontro con la Regione. In quella sede chiederemo due cose: innanzitutto se è possibile un ulteriore rinvio per la consegna dell’opera e, in secondo luogo, se è fattibile una divisione in lotti funzionali e autonomi che corrispondono al territorio dei due Comuni, in modo che intanto si proceda nel tratto del Comune di Pesaro (che ha già confermato tutto lo stanziamento di sua competenza), per non rischiare di perdere con il ritardo di una parte anche il finanziamento dell’altra.

«Se questo non fosse possibile, la scadenza di marzo 2006 per la consegna dei lavori non verrà rispettata, con tutti i rischi conseguenti. In ogni caso Fano dovrà comunque prevedere la sua quota nel bilancio 2006 per il completamento dell’opera. Si ricorda che l’intervento comporta una spesa di circa 5.700.000 euro, che la Provincia ha stanziato 771.000 euro, i Comuni di Fano e Pesaro partecipano con circa 1.400.000 euro, che corrispondono ai rispettivi tratti di strada, e che la Regione finanzia l’opera con 2.140.00 euro. Se la Regione, come ci è arrivata notizia, stanzierà altri fondi, si dovrà procedere a riequilibrare le quote comunali, a meno che una delle due Amministrazioni non sia disponibile a rinunciare a favore dell’altra».

La Provincia invita infine il Comune di Fano a collaborare nel sollecitare l’Anas a fare la sua parte e da quest’ultima «sarebbe auspicabile una rapida risposta».

 

torna all'inizio del contenuto