Comunicati stampa | Dalla Provincia
giovedì, 09 ottobre 2008
Origine: Informazione e stampa -  Autore: Nicoletta Giorgetti

Educazione all’ambiente, 4000 ore di lezioni del Cea

Aperto il bando della Provincia destinato alle scuole di ogni ordine e grado che ne facciano richiesta

PESARO – Quattromila ore di interventi didattici in materia di educazione ambientale da sviluppare in tutte le scuole del territorio provinciale. E’ questo l’oggetto del bando della Provincia di Pesaro e Urbino rivolto alle scuole di ogni ordine e grado, che potranno aderire ad uno o più progetti messi a punto dagli operatori del Cea, il Centro di educazione ambientale della Provincia, facendone richiesta entro il 25 ottobre (la domanda va trasmessa al Cea tramite fax al numero 0721/209019, mentre i progetti e le modalità di richiesta possono essere scaricati dal sito internet: www.provincia.pu.it).

Tanti modi diversi e accattivanti per avvicinare i bambini di ogni età all’educazione ambientale, rispolverando uno dei capolavori della letteratura per l’infanzia come la “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare”, nel progetto dedicato agli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado, per i quali è stato pensato anche il mini-corso intitolato “Il ritorno alle bacche”: un progetto per riportare i bambini di oggi a riconoscere ed assaporare le more, le bacche di sambuco, le fragole di bosco e imparare, allo stesso tempo, a stare in guardia dalle specie velenose.

Un imprinting differente hanno, naturalmente, le attività didattiche rivolte ai bambini e ai ragazzi della scuola secondaria, per i quali gli operatori del Cea hanno messo a punto progetti che prevedono un maggiore approfondimento scientifico, quali “I segreti della riproduzione”, o “Il mare e la sua biodiversità”.

L’attività didattica del Cea, è importante ricordarlo, prosegue da 18 anni grazie alle risorse dell’amministrazione provinciale e alla collaborazione degli insegnanti delle scuole del territorio: soltanto 10 anni fa le richieste di intervento da parte delle scuole ammontavano a 300 ore, mentre ad oggi si è raggiunta quota 4000, con la soddisfazione di circa 420 classi e un totale di 8500 alunni.

 

torna all'inizio del contenuto