Comunicati stampa | Dalla Provincia
lunedì, 27 gennaio 2003
Origine: Informazione e stampa -  Autore: m.b.

D'ambrosio in consiglio provinciale

Il presidente della Regione interverrà alla seduta di lunedì dedicata alla nuova Costituzione europea

PESARO. Interverrà il presidente della Regione al consiglio provinciale monotematico convocato per lunedì alle 15,30 in sala “Wolframo Pierangeli”. La seduta sarà dedicata alla nuova Costituzione europea, di cui Vito D’Ambrosio è uno degli “autori” facendo parte, prima come presidente e ora come membro, del Comitato italiano delle Regioni che è al lavoro (insieme ai comitati degli altri Paesi) per la redazione della carta costituzionale dell’Unione, prevista dalla Dichiarazione di Laeken.

In particolare, il consiglio discuterà del “Ruolo delle autonomie e dei territori nella costruzione della nuova Convenzione europea” per poi votare un ordine del giorno che evidenzia le funzioni strategiche della Provincia nell’attuazione delle decisioni dell’Unione e nel controllo della realizzazione dei programmi europei «per lo specifico ruolo di governo di area vasta che in questi ultimi anni l’Amministrazione provinciale ha assunto».

«Siamo parte integrante di questo processo costitutivo - sottolinea il presidente del consiglio provinciale Martino Panico - che si sta realizzando in una fase cruciale per l’Unione. L’Europa è in procinto infatti di aprirsi a più di dieci Stati, diventando così una grande famiglia. Per questo dovrà rimettere in discussione il suo ruolo, avvicinando in primo luogo le istituzioni al cittadino per essere più democratica, più trasparente, più efficiente. Queste trasformazioni non possono prescindere dal coinvolgimento diretto del territorio e delle autonomie locali: è necessario individuare insieme forme e modalità di condivisione delle scelte e di definizione dei programmi».

Nell’assise di lunedì si discuterà anche della proposta di legge regionale, avanzata dai consigli provinciali marchigiani, per la tutela e la valorizzazione del patrimonio storico della nostra regione legato all’internamento razziale, alla Seconda guerra mondiale, all’antifascismo e alla Resistenza.

 

torna all'inizio del contenuto