Comunicati stampa | Dalla Provincia
mercoledì, 24 maggio 2006
Origine: Informazione e stampa -  Autore: Giovanna Renzini

Dalla Francia, Spagna e Slovenia per partecipare al meeting dei giovani

Affollato incontro alla Facoltà di Economia in apertura della “tre giorni” promossa dalla Provincia e dall’Upi

URBINO – Sono arrivati da Francia, Slovenia, Spagna, Austria, Malta, Finlandia e da varie regioni italiane i giovani partecipanti al secondo “Meeting internazionale sulle politiche giovanili” che ha preso il via oggi pomeriggio ad Urbino, promosso dalla Provincia di Pesaro e Urbino e dall’Unione delle Province italiane, in collaborazione con il Comune di Urbino, l’Università degli Studi e l’Ersu. All’incontro di apertura del meeting, che quest’anno ha per tema “La legge che non c’è”, con riferimento all’esigenza di una normativa nazionale sulle politiche giovanili, hanno preso parte il presidente della Provincia Palmiro Ucchielli, il sindaco di Urbino Franco Corbucci, il Rettore dell’Università Giovanni Bogliolo, il presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca e l’editorialista de “Il Messaggero” Mario Guidi, nelle vesti di coordinatore.

“Un paese moderno e consapevole, con le sfide globali in atto – ha detto Ucchielli – deve considerare le nuove generazioni la risorsa strategica più importante, di oggi e del futuro. Noi che siamo impegnati, ormai da anni, in tale direzione, vogliamo con questo meeting lanciare un segnale preciso, dandoci appuntamento ogni anno per fare il punto sui temi chiave. Da ora in poi avremo la fortuna di poterci confrontare con questo nuovo interlocutore istituzionale del governo, che è il ministro per le Politiche giovanili, e con il Parlamento”. Ucchielli ha quindi parlato della bozza di proposta di legge elaborata dalla Provincia e dall’Upi, da integrare con il contributo dei giovani italiani ed europei che per l’intera giornata di domani lavoreranno insieme in cinque laboratori di idee (su crescita consapevole; cittadinanza attiva; identità; lavoro e impresa; ruoli delle istituzioni), elaborando report  finali che verranno presentati venerdì mattina.

“Ci attendiamo che rappresentanti del mondo politico e istituzionale raccolgano il frutto del nostro lavoro collettivo e che ciò possa condurre, finalmente, ad infrangere quella cortina di indifferenza che ha fatto sì che fino ad oggi le diverse proposte di legge non siano mai state portate alla discussione e all’approvazione del Parlamento”.

All’incontro sono intervenuti esperti di politiche giovanili nazionali ed internazionali, che hanno portato l’esperienza dei loro Paesi.

Domani, giovedì 25 maggio, dopo l’attività dei laboratori di idee, è prevista, alle ore 18.30 al Collegio teatro “La Vela”, una tavola rotonda promossa dal “Consiglio provinciale dei giovani eletti” sul tema: “La legge che non c’è… ma noi ci siamo”, un incontro con rappresentanti degli studenti e delle associazioni provenienti da altre regioni e paesi europei, a cui interverrà anche il presidente della Provincia Palmiro Ucchielli.

Dalle ore 21.30, notte bianca a cura del Comune di Urbino: cineforum all’aperto, musica di strada, recitazione di poesie, presentazione di libri, performance teatrali, musei aperti e tanto altro ancora.

torna all'inizio del contenuto