Comunicati stampa | Dalla Provincia
mercoledì, 31 dicembre 2008
Origine: Informazione e stampa -  Autore: Giovanna Renzini

Cooperazione e solidarietà, la Commissione europea finanzia due progetti della Provincia

Assegnati 375mila euro per iniziative che coinvolgeranno le scuole, le comunità di immigrati ed i singoli cittadini. Verrà potenziato anche il call center gestito in collaborazione con la Prefettura

PESARO – La Commissione europea ha approvato due progetti di cooperazione e solidarietà nei confronti di paesi in via di sviluppo, presentati dalla Provincia, concedendo 375mila euro di finanziamento. La caratteristica dei progetti, che rende ancora più significativo il loro valore, è data dal fatto che prevedono il coinvolgimento delle scuole del nostro territorio, delle comunità di immigrati e dei singoli individui, per realizzare una sorta di “ponte” con le popolazioni che verranno aiutate.

Il primo progetto, dal titolo “A network for developement”, è rivolto essenzialmente alle scuole ed avrà come obiettivo la formazione di insegnanti e studenti sui temi della multiculturalità, della pace e sulla cultura dell’integrazione: a tal fine sono previsti gemellaggi tra istituti del territorio provinciale e scuole di paesi in via di sviluppo, già in contatto da qualche tempo senza mai aver avuto la possibilità di incontrarsi. In particolare, sarà realizzato il gemellaggio tra la scuola “Anna Frank” di Cattabrighe e l’omologa di Umago (Croazia) che, qualche anno fa, aveva lanciato nell’Adriatico un bottiglia contenente un messaggio di pace e fratellanza, poi raccolta da un alunno della scuola di Cattabrighe: gli studenti delle due sponde dell’Adriatico potranno così finalmente incontrarsi e realizzare quel sogno di fratellanza.

Il secondo progetto, dal titolo “Immigrati Cittadini Invisibili”, sarà invece rivolto direttamente al mondo dell’immigrazione, allo scopo di consentire un’integrazione nella consapevolezza dei diritti e doveri che questa comporta: verranno finanziati corsi di formazione/informazione agli immigrati sulla Costituzione italiana, sulle norme che  riguardano il mercato del lavoro, la creazione d’impresa, potenziando anche il “Call center immigrati” che la Provincia gestisce da alcuni anni in collaborazione con la Prefettura. Prevista anche la realizzazione di un Forum su immigrazione e cittadinanza. Entrambi i progetti saranno gestiti dall’Ufficio Cooperazione Internazionale della Provincia.

“Questa pioggia di finanziamenti - sottolinea il Presidente Palmiro Ucchielli - è il frutto dell’ottimo lavoro di programmazione e progettazione svolto dagli uffici provinciali, che da anni  sproniamo alla ricerca  di risorse finanziarie sia a livello nazionale che internazionale e che spesso, come in questi due casi, ci riescono con ottimi risultati. E’ dunque la riprova che le nostre idee sono apprezzate e premiate  a livello europeo”.

torna all'inizio del contenuto