Comunicati stampa | Dalla Provincia
mercoledì, 01 ottobre 2008
Origine: Informazione e stampa -  Autore: Nicoletta Giorgetti

Come “Riconquistare il paesaggio”: se ne discute al Furlo

Venerdì e sabato esperti dell’ambiente a confronto nel convegno promosso dalla Provincia

PESARO. “Riconquistare il paesaggio” è il titolo e tema del convegno, organizzato dalla Provincia di Pesaro e Urbino, in collaborazione con la Riserva naturale statale Gola del Furlo, la Facoltà di Scienze tecnologiche dell’Università di Urbino e la Siep, la Società italiana di ecologia del paesaggio, che verrà ospitato, venerdì 3 e sabato 4 ottobre nella Sala Convegni “La Ginestra” ad Acqualagna.

Due giorni densi di incontri, in cui si susseguiranno i contributi di esperti del settore ambientale, ricercatori universitari, amministratori chiamati a riflettere sulle nuove sfide della pianificazione territoriale per la conservazione dei sistemi ecologici.

Alle 9.15 venerdì l’apertura dei lavori, con i saluti del presidente della Provincia, Palmiro Ucchielli, e del sindaco di Acqualagna, Bruno Capanna, prima di dare la parola, tra gli altri, a Riccardo Priore del Consiglio d’Europa, e Maria Luisa Polichetti, della Regione Marche. Nel pomeriggio un momento clou della due giorni sull’ambiente, con la tavola rotonda che vedrà protagonisti Francesco Petretti dell’Università di Camerino, il dirigente del Servizio Urbanistica della Provincia di Pesaro e Urbino Maurizio Bartoli, Antonio Minetti della Regione Marche, Anna Di Bene della Sovrintendenza ai Beni ambientali e tanti altri nomi illustri nel panorama della pianificazione territoriale e della tutela dell’ambiente, rubati per l’occasione a numerosi atenei italiani.

Interessante e nutrito anche il programma di sabato 4 ottobre, giornata conclusiva di un convegno che “intende dare – sottolinea il presidente della Provincia, Palmiro Ucchielli – il proprio contributo al dibattito sulla conservazione e la gestione del paesaggio, sulla base della Convenzione europea del paesaggio sottoscritta a Firenze nell’ottobre 2000 e ratificata nel 2006, con l’obiettivo di avviare una nuova stagione di pianificazione e programmazione territoriale che assicuri la tutela e la valorizzazione sostenibile del territorio”.

torna all'inizio del contenuto