Comunicati stampa | Dalla Provincia
lunedì, 27 luglio 2015
Origine: Informazione e stampa -  Autore: Giovanna Renzini

Cécile Kyenge ha inaugurato a Pesaro il corso per “Mediatore interculturale”

Promosso dalla Provincia con il contributo del Fondo Sociale Europeo, creerà figure professionali in grado di aiutare i richiedenti asilo nel percorso di integrazione

PESARO – “Invece che ragionare sempre sull’emergenza bisogna essere lungimiranti e pianificare le nostre politiche sapendo che l’emigrazione è una realtà, un fenomeno mondiale. Quando ero ministra ho sempre parlato di un modello di integrazione che deve diventare interazione. Oggi sto lavorando in Europa su come fare accoglienza, mi hanno dato in mano un dossier per tracciare le basi per una politica comune per l’integrazione europea e grazie a questa opportunità, insieme ad una collega maltese, ho potuto toccare con mano tante buone pratiche e tante realtà italiane che, come Pesaro e provincia, stanno lavorando su questo versante”.

E’ quando evidenziato  dall’onorevole Cécile Kyenge, membro del Parlamento Europeo e già ministro dell'Integrazione del governo Letta, intervenuta al Centro per l’impiego di Pesaro per l’inaugurazione del corso per “Mediatore interculturale alla luce della nuova politica dell’asilo dell’Unione Europea”, finanziato dalla Provincia di Pesaro e Urbino con il contributo del Fondo Sociale Europeo. Un incontro che ha visto la partecipazione non solo dei corsisti ma anche di numerosi immigrati giunti apposta per ascoltarla, tanto che l’onorevole Kyenge, su richiesta di alcuni di loro, ha ripetuto il suo intervento sia in inglese che in francese.

Cécile Kyenge è stata accolta dal responsabile del Centro per l’impiego di Pesaro Claudio Andreani (che ha portato il saluto del presidente della Provincia Daniele Tagliolini) e dal sindaco Matteo Ricci, che ha ricordato come Pesaro sia stata tra le prime città a chiedere ai profughi di fare volontariato per attività di pubblica utilità, con risvolti positivi anche sul versante dell’integrazione nei quartieri. Da parte sua, Cristina Cecchini di Eurolex srl (che gestisce il corso insieme all’associazione no profit di cooperazione e solidarietà internazionale “Incontri per la Democrazia”), si è soffermata sulle caratteristiche di questo corso teorico - pratico che formerà operatori capaci di mettere a disposizione dei richiedenti asilo la loro professionalità, a sostegno di un percorso di accoglienza e inserimento.  

torna all'inizio del contenuto