Comunicati stampa | Dalla Provincia
giovedì, 18 agosto 2005
Origine: Informazione e stampa -  Autore: m.b.

«Caccia, no alla nuova stangata»

Il presidente Ucchielli chiede al governo di fare dietrofront sugli aumenti

«Quei nuovi balzelli vanno eliminati, così si penalizzano i cacciatori». È questo il senso del messaggio che il presidente della Provincia Palmiro Ucchielli ha lanciato al premier Silvio Berlusconi e a tre ministri contro la proposta di ridurre la durata delle licenze e l’aumento della tassazione dell’attività venatoria.

«Il Governo aveva annunciato nei suo programmi di allargare il periodo di prelievo e le specie cacciabili. E invece cosa ha fatto? Tre nuovi tributi in più e all’orizzonte un taglio netto da 6 a 3 anni della durata delle licenze con raddoppio dei costi» commenta Ucchielli che giovedì mattina ha firmato una lettera rivolta al presidente del consiglio dei ministri nella quale chiede di riconsiderare la «inutile vessazione».

 

torna all'inizio del contenuto