Comunicati stampa | Dalla Provincia
mercoledì, 30 aprile 2008
Origine: Informazione e stampa -  Autore: Giovanna Renzini

“Borse lavoro” e “Assegni di ricerca”, opportunità per 160 diplomati e laureati

Tre bandi della Provincia per favorire i giovani e l’innovazione nelle imprese

PESARO - Ben 160 diplomati e laureati residenti nelle Marche potranno usufruire di “Borse di studio per esperienze lavorative” e “Assegni per progetti di ricerca” all’interno delle imprese, grazie all’iniziativa della Provincia di Pesaro e Urbino con il contributo del Fondo sociale europeo.
Rispetto agli scorsi anni, il progetto presenta delle novità: la possibilità anche per i diplomati di partecipare al bando per “Borse di studio per esperienze lavorative” (in precedenza destinato solo ai laureati) e la presenza di un apposito bando riservato ai soggetti svantaggiati. Obiettivo dell’iniziativa, che consentirà ai giovani di percepire assegni mensili (lo stanziamento complessivo del Fondo sociale europeo è di circa un milione di euro) è quello di favorire un legame sempre più stretto tra l’Università, il mondo della formazione e il sistema produttivo provinciale. I progetti dovranno essere infatti legati all’innovazione tecnologica, di processo, di prodotto o organizzativa delle imprese e potranno essere svolti anche in associazioni e organizzazioni senza fini di lucro (sono esclusi gli studi professionali e gli enti pubblici).
Dal 2001 ad oggi il progetto, portato avanti dall’assessorato alla Formazione e Lavoro, ha inserito nelle imprese 700 laureati, il 73% dei quali, secondo verifiche effettuate, ha potuto trasformare quest’esperienza in lavoro stabile nelle stesse aziende o in altre del settore.

Ma vediamo i  bandi di quest’anno, tutti con scadenza il 28 maggio 2008.

Il primo bando, “Borse di studio per esperienze lavorative”, è rivolto a diplomati/e, disoccupati o inoccupati, con priorità a laureati/e (anche con corsi triennali) e consente di presentare progetti da svolgere presso imprese, associazioni o organizzazioni senza fini di lucro con sede operativa nel territorio provinciale (esclusi studi professionali ed enti pubblici). E’ previsto l’inserimento di 80 borsisti, ognuno dei quali percepirà 650 euro al mese (lordi) per un periodo di 6 mesi effettivi.

Il secondo bando, “Borse di studio per esperienze lavorative(inclusione sociale), ha lo scopo di migliorare l’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati per combattere ogni forma di discriminazione nel mercato del lavoro. Verranno concesse 25 borse a diplomati/e, disoccupati o inoccupati, appartenenti alle seguenti categorie: soggetti che siano stati riconosciuti disabili ai sensi dell’articolo 1 della Legge  12 marzo 1999, n° 68; soggetti riconosciuti affetti, al momento o in passato, da una dipendenza ai sensi della legislazione nazionale; soggetti che, dopo essere stati sottoposti ad una pena detentiva, non abbiano ancora ottenuto il primo impiego retribuito regolarmente; soggetti caratterizzati da impedimenti accertati che dipendano da un handicap fisico, mentale o psichico, ai sensi della legge 104/1992. Ogni borsista percepirà 650 euro al mese (lordi) per 6 mesi.

Il terzo bando, “Assegni per progetti di ricerca”, è rivolto esclusivamente a laureati/e, disoccupati o inoccupati e privilegerà i progetti nei settori della meccanica, del tessile, della lavorazione del legno/arredamento e della cantieristica navale. Previsti 55 assegni di ricerca, ciascuno dell’importo di 750 euro mensili (lordi), per 12 mesi effettivi. 

Un nucleo di valutazione esaminerà i progetti, assegnando punteggi sulla base degli     indicatori previsti nei bandi. Tutte le persone selezionate, prima di iniziare questa          esperienza, parteciperanno ad un breve corso di formazione sui temi dell’orientamento,    della contrattualistica e della sicurezza negli ambienti di lavoro.

La domanda per l’accesso al finanziamento dovrà essere inserita, via Internet, sul sistema informatico della Regione Marche (SIFORM) all’indirizzo: http://siform.regione.marche.it (chi accede al Siform per la prima volta dovrà selezionare “Registrazione utente”). Durante la procedura di registrazione, il candidato dovrà scegliere uno username (login) e una password, che utilizzerà in seguito per accedere al Siform (chi si è già registrato in precedenza, può usare login e password già in suo possesso). La domanda dovrà essere presentata anche su supporto cartaceo, stampato utilizzando l’apposito software (http://siform.regione.marche.it) e inviata, con lettera raccomandata, a: Provincia di Pesaro e Urbino, Servizio Formazione Professionale e Politiche per l’Occupazione, Via Gramsci 4, 61100 Pesaro. Sulla busta dovrà essere specificato per quale bando si partecipa.

Per informazioni sui contenuti del bando si può chiamare il Numero Verde 840.000.676, il numero 0721/359935  o i Centri per l’Impiego di Pesaro (tel. 0721/372800), Urbino (tel. 0722/373180) e Fano (0721/818470), mentre per indicazioni sull’utilizzo del software Siform si può chiamare il call center della Regione Marche (tel. 071/8063442) o inviare una mail all’indirizzo siform@regione.marche.it

Dall’home page del Siform è possibile scaricare il manuale per la presentazione on line del progetto. 

torna all'inizio del contenuto