Comunicati stampa | Dalla Provincia
lunedì, 31 gennaio 2011
Origine: Informazione e stampa -  Autore: Francesco Nonni

Bocca Trabaria, Galuzzi replica a Bettini

«Noi dobbiamo mettere le tende a San Giustino? Lui non si è mai visto…»

PESARO – «Alessandro Bettini fa simpaticamente dello spirito sulla statale di Bocca Trabaria. Dice che io e Matteo Ricci dobbiamo piantare le tende davanti al Comune di San Giustino? Peccato che lui non si sia mai visto a nessuna delle iniziative realizzate in passato per il territorio…». Ironico l’assessore provinciale Massimo Galuzzi, che replica  al segretario provinciale del Pdl intervenuto nei giorni scorsi sulla chiusura del valico: «Bettini non c’era alla manifestazione della Guinza per la Fano-Grosseto. Non c’era quando Bocca Trabaria è rimasta chiusa una prima volta, per 6 mesi, nel 2010. E non è comparso neppure nelle recenti iniziative bipartisan per la riapertura del passo, di nuovo chiuso da due mesi».  Poi Galuzzi entra nel dettaglio: «La storia della Fano-Grosseto è conosciuta dai cittadini. La prima chiusura di Bocca Trabaria, lo scorso anno, ha rappresentato un gravissimo danno per i cittadini, le imprese e l’economia del territorio. Ed è stato vergognoso il comportamento dell’ Anas e del ministero, da cui l’Anas dipende, perché, come tutti sanno, si sono impiegati 6 mesi per fare lavori che si potevano fare in 30 giorni». Ma non è tutto: «Davanti alla nuova chiusura della statale – puntualizza Galuzzi - Bettini dice che la responsabilità è del sindaco di San Giustino, reo di non avere fatto l’ordinanza per obbligare il proprietario dei terreni a realizzare gli interventi per la messa in sicurezza della strada. Niente di più inconcludente: Anas e ministero non possono dire di non avere competenza, perché l’arteria è statale». L’assessore provinciale prima sottolinea che «la Regione Umbria, per non aspettare l’Anas e per risolvere il problema, ha stanziato comunque dei finanziamenti. E il Comune di San Giustino ha già dato incarico per il progetto e realizzerà i lavori con somma urgenza». Poi spedisce un messaggio al segretario Pdl: «Bettini afferma che ha interessato da tempo il ministero e il sottosegretario Mantovani? Evidentemente non era solo un problema di mancata ordinanza del sindaco di San Giustino. Se è così, comunque, siamo a posto: la questione è risolta e possiamo stare tranquilli…». Conclusione dell’assessore: «Non vada a fare lo spiritoso, perché i problemi sono un po’ più seri e i cittadini dell’alta valle del Metauro un po’ più arrabbiati…». 

torna all'inizio del contenuto