Comunicati stampa | Dalla Provincia

venerdì, 24 maggio 2002
Origine: Informazione e stampa -  Autore: m.b.

Archeoviaggio nell’antico Montefeltro

Domenica visita guidata tra siti e musei di Macerata Feltria, Pietrarubbia e Casteldelci

PESARO. Appassionati di antichità, si parte. Domenica 26 maggio comincia il viaggio di “Archeoprovincia” tra siti e musei del territorio. Il primo itinerario in pullman, con tanto di guide ed esperti, andrà alla scoperta del “Montefeltro… prima dei Montefeltro”.

La partenza è prevista alle 9,30 da Borgo Mercatale di Urbino. Prima fermata Macerata Feltria dove si visiterà l’area archeologica di Pitinum Pisaurense e il Museo civico archeologico e paleontologico. Accompagnerà il gruppo Walter Monacchi. Dopo una pausa dedicata alla gastronomia locale (buffet offerto dal Consorzio Terre del Montefeltro), l’itinerario prosegue alla fucina medievale di Pietrarubbia e alla casa-museo di Casteldelci.

Il rientro è previsto alle 19,30.

Ma c’è di più. «Il tragitto in pullman attraverso le colline dell’Urbinate - spiega l’esperto Ivo Picchiarelli che farà da guida ai viaggiatori - può essere anche l’occasione per leggere il ricco patrimonio di segni e sedimenti storici presenti nel paesaggio agrario. Un grande museo a cielo aperto. Quindi le colture, gli alberi, le sistemazioni fondiarie, i materiali da costruzione, gli edifici e i loro riutilizzi sono esiti della millenaria presenza e attività dell’uomo, e intessono una composizione che sviluppa e arricchisce l’identità geologica e climatica dei siti. La lettura del paesaggio, inoltre, può trasformare una semplice tappa di trasferimento da una località a un’altra, da un’area archeologica a un centro storico, nella percezione del complesso articolato di fattori che danno ragione e identità coerente alle emergenze storiche e culturali».

Pullman, ingressi ai musei e buffet sono gratuiti.

Per informazioni e prenotazioni tel. 0721.805099; e-mail: info@archeoprovincia.it; www.archeoprovincia.it. “Archeoprovincia” è un’iniziativa dell’assessorato ai Beni e alle Attività culturali - Editoria della Provincia realizzata in collaborazione con il ministero dei Beni e delle Attività culturali - Soprintendenza per i Beni archeologici delle Marche.

 

torna all'inizio del contenuto