Comunicati stampa | Dalla Provincia
martedì, 27 maggio 2003
Origine: Informazione e stampa -  Autore: n.g.

Ancora nessuna modifica al Sasso Simone e Simoncello

L’assessore Capponi interpella la Regione sulle norme che regolano la raccolta funghi nel Parco

PESARO. “Nonostante le reiterate segnalazioni da parte di utenti ed enti pubblici locali, oltre al parere del Servizio Agricoltura e del Servizio legislativo della Regione Marche, espresso con apposite circolari interpretative, a tutt’oggi il Regolamento dell’Ente Parco Sasso Simone e Simoncello non è stato modificato”.

A ribadire la necessità di una modifica del regolamento per la raccolta dei funghi nel territorio del Parco naturale del Sasso Simone e Simoncello, attualmente in contrasto con la Legge regionale n.17 del 2001 che stabilisce le “Norme per la raccolta e la commercializzazione dei funghi epigei spontanei e conservati”, è l’assessore all’Ambiente, Sauro Capponi, in una lettera inviata al presidente della Giunta regionale e al direttore dell’Ente Parco.

“Anche per il 2003 – si legge nella missiva firmata da Capponi – i ricercatori di funghi che si recano in tale località sono costretti a ritirare un ulteriore permesso o tesserino, condizionato dal periodo di raccolta, e a versare un importo quantitativamente variabile in base alla residenza e al periodo in cui esercitano, quale tassa aggiuntiva a quella regionale”.

Da ciò la richiesta di “porre fine a tale incresciosa situazione, in maniera definitiva, anche perché – ribadisce l’assessore all’Ambiente – l’ulteriore tassazione è illegittima, visto che risulta in netto contrasto con la legislazione vigente”.

 

torna all'inizio del contenuto