Comunicati stampa | Dalla Provincia
lunedì, 27 marzo 2006
Origine: Informazione e stampa -  Autore: Giovanna Renzini

Al via i nuovi corsi di formazione professionale

Sono 167 le nuove attività formative, tutte gratuite, rivolte a disoccupati e occupati e finanziate con il contributo del Fondo Sociale Europeo

PESARO – Si è svolta in Provincia la presentazione dei nuovi corsi di formazione professionale Fse 2006, che ha visto la partecipazione, oltre che del presidente Palmiro Ucchielli e dell’assessore provinciale alla Formazione e Lavoro Massimo Galuzzi, anche del Rettore dell’Università di Urbino Giovanni Bogliolo e dell’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Marche Ugo Ascoli.

Sono 167 i nuovi corsi di formazione, interamente gratuiti, finanziati dalla Provincia di Pesaro e Urbino con le risorse del Fondo Sociale Europeo. Di questi, 99 sono riservati a disoccupati/inoccupati, mentre 68 sono rivolti ad occupati sia nel settore privato che nelle pubbliche amministrazioni. Riguardo alla dislocazione territoriale, 64 si svolgeranno nelle aree interne. Oltre a materie come lingue straniere, informatica e sicurezza nei luoghi di lavoro, sono previsti numerosi ambiti innovativi, come i corsi “Marketing turistico-guide culturali territoriali”, “Management d’impresa - progettazione grafica e comunicazione”, “Tecnico di geoprocessing (tecnico di rilievo con metodologia satellitare)”. Per non parlare dei 13 corsi rivolti esclusivamente alle donne, tra cui quelli per “Segretaria commercio estero over 45”, “Addetto termale - Operatore fitness termale”, “Assistenza domiciliare anziani e handicappati: il ruolo della badante”.

Anche per le altre attività formative è comunque riservato ampio spazio alla presenza femminile: nella maggior parte dei corsi, almeno il 50% degli allievi deve essere rappresentato da donne. Come negli scorsi anni, sono previsti vari corsi anche per le fasce deboli (immigrati, disabili,  detenuti). Seguendo le indicazioni del Fondo Sociale Europeo, particolare attenzione è riservata alla “formazione permanente”, con 43 corsi rivolti ad occupati e disoccupati “per un aggiornamento delle competenze per tutto l’arco della vita”, in modo da essere al passo con i cambiamenti del mondo del lavoro. L’elenco dei corsi è sul portale  www.provincialavoro.it (in quest’ultimo è possibile anche iscriversi on-line).

Sempre con il finanziamento del Fondo Sociale Europeo, la Provincia introduce  quest’anno una novità, i “Corsi a catalogo”. Si tratta di 329 corsi di breve durata (dalle 12 alle 36 ore), articolati in 19 diverse aree tematiche, che gli interessati possono scegliere e combinare tra loro per costruire un percorso formativo personalizzato. Le attività formative sono indipendenti tra loro, tanto che è possibile decidere quali e quante frequentare, in base alle proprie necessità e ai propri progetti. L’obiettivo è quello di consentire ad occupati e disoccupati di migliorare le loro capacità professionali, nell'ambito di una politica di apprendimento nell'intero arco della vita. Anche la frequenza di questi corsi è totalmente gratuita. I moduli possono essere scelti dall'ampio catalogo sviluppato insieme agli enti di formazione accreditati, inserito anche sito www.provincialavoro.it

Altra novità è rappresentata dai corsi "just in time", un'opportunità rivolta a quelle imprese che hanno bisogno in tempi brevi di formare il proprio personale, in seguito a situazioni di turn over o all'introduzione di nuovi processi lavorativi e innovazioni tecnologiche, o a causa di nuove competenze dettate dalla legge. Il bando, rivolto sia alle imprese che agli enti di formazione, è aperto fino al 3 giugno 2006, per permettere di presentare progetti formativi che verranno valutati e approvati dalla Provincia entro un massimo di trenta giorni.

 

torna all'inizio del contenuto