Comunicati stampa | Dalla Provincia
martedì, 29 aprile 2003
Origine: Informazione e stampa -  Autore: g.r.

Al via Extravaganti, itinerari curiosi alla scoperta del territorio

Tredici appuntamenti rivolti a turisti e residenti, con un filo conduttore per ogni giornata. Si inizia il 4 maggio

Dopo il successo dello scorso anno, torna a maggio (primo appuntamento il 4) l’iniziativa “Extravaganti, viaggi curiosi nelle pieghe del territorio”, promossa dalla Provincia di Pesaro e Urbino, dalla Confcommercio e dalla Camera di Commercio. Attraverso 13 itinerari inediti, ricchi di “prelibatezze” culturali ed enogastronomiche, si guideranno i partecipanti ad una lettura particolare del territorio, attraverso modalità originali, in grado di stimolare il loro interesse.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina in una conferenza stampa dall’assessore provinciale al turismo Giovanna Cecconi, dal presidente della Provincia Palmiro Ucchielli, dal direttore della Confcommercio Amerigo Varotti e dal presidente della Camera di Commercio Alberto Drudi. Ma cos’è un viaggio “extravagante”? E’ innanzitutto un’emozione. E’ il piacere di ritrovarsi insieme ad altre persone unite dalla curiosità di scoprire un itinerario particolare, di cui si conosce solo il filo conduttore (che è il tema della giornata), e che si arricchisce di ora in ora di nuove sensazioni legate ad incontri insoliti, alla scoperta di tesori nascosti, alla contemplazione di un paesaggio, alle suggestioni di un luogo sacro, alla meraviglia per la vista di capolavori sconosciuti, al gusto di antichi sapori. Il tutto sapientemente “dosato” da narratori, spesso affiancati da personaggi o “padroni di casa” accoglienti, che rendono ancor più particolare la giornata.

 

UN LIBRO APERTO SU STORIA E TRADIZIONI

Obiettivo centrale del progetto è quello di fornire una lettura integrata del territorio, che consenta ai ‘viaggiatori’ di addentrarsi, quasi per caso e con naturalezza, nella storia, nelle tradizioni e nei costumi delle nostre terre con un percorso attraverso il tempo fatto sì di grandi eventi, ma anche di dettagli della vita quotidiana. Il grande successo dell’iniziativa dello scorso anno e l’aumento delle richieste di informazioni sul nostro territorio, che sembra suscitare sempre più interesse in Italia e all’estero, ha spinto l’assessorato provinciale al Turismo, la Confcommercio e la Camera di Commercio a rafforzare questa strategia che mira a far conoscere ogni aspetto delle nostre zone.

Anche in questa edizione le visite, gli incontri e le passeggiate saranno seguiti o preceduti da un appuntamento a tavola, con un menù che riproporrà il tema dominante della giornata.

 

ROSE, RUDERI E GUERRIERI

Gli itinerari “Extravaganti” si svolgeranno in due periodi, maggio-giugno 2003 e settembre 2003 - gennaio 2004. Il programma è anche quest’anno ricco di curiosità e di momenti suggestivi, come l’itinerario “Urbino di notte”, previsto a maggio, che si svolgerà quando la città ducale sarà completamente avvolta nel buio, permettendo di svelare aspetti particolari e sconosciuti ai più. Sempre a maggio, mese della fioritura, torneranno protagoniste le rose in un itinerario “profumato e multicolore” che lo scorso anno lasciò letteralmente a bocca aperta i partecipanti: una visita nel giardino di una pittrice che farà scoprire le migliaia di rose antiche da lei salvate, trovate nascoste sui prati di piccole chiese, nei cimiteri di campagna e nei giardini delle nostre ville. Grande ritorno anche delle ceramiche attraverso l’itinerario “Trocche e lubachi” (ovvero terraglie e case di terra a Fratte Rosa e dintorni), mentre altre suggestioni saranno regalate dagli itinerari “Pietre in bilico”, “A colori e in bianco e nero fra Meta e Auro”, “La rocca sparita e la valle sperduta”.

 

TRA ARCHITETTURA E POESIA

Tra le “chicche” di questa edizione, un itinerario dedicato alle case a Torre Colombaia, nel territorio della Valmarecchia, tra architettura e poesia. In programma anche un viaggio che si lascerà alle spalle la terraferma, per seguire il mare al ritmo delle onde che si infrangono contro la Falesia del Monte San Bartolo: i miti della città sommersa, il porto della Vallugola e le squisitezze marinare faranno da cornice alla giornata. L’appuntamento finale di “Extravaganti” si avrà a gennaio 2004, nel periodo centrale della mattanza del maiale, con un itinerario tra sacro e profano intitolato “Il porco in chiesa”: un modo insolito per visitare tre castelli, fra Metauro e Cesano, che hanno a che fare con questo animale. Il programma dettagliato dell’iniziativa è sul sito internet: www.turismo.pesarourbino.it

Come lo scorso anno, l’ideazione del progetto è a cura del professor Glauco Maria Martufi e dell’architetto Gianni Volpe.

Per informazioni e prenotazioni telefonare a “Il Grande Albero” di Pesaro, che ne ha curato l’organizzazione e il coordinamento (tel. 0721/455626, dal lunedì al venerdì ore 9 - 13, e-mail: grandealbero@libero.it), oppure al Numero Verde Informazioni Turistiche della Provincia 800-563800.

 

torna all'inizio del contenuto