Comunicati stampa | Dalla Provincia
giovedì, 25 maggio 2006
Origine: Informazione e stampa -  Autore: Giovanna Renzini

Al ministro Melandri i cinque report dei giovani

Al centro dell’attenzione “La legge che non c’è”, con riferimento all’esigenza di una normativa nazionale per le politiche giovanili

URBINO – E’ previsto per le ore 10 l’arrivo del neo ministro delle Politiche giovanili Giovanna Melandri, che parteciperà domani ad Urbino al “Meeting internazionale dei giovani” (Aula Blu di Palazzo Battiferri, facoltà di Economia).

La giornata conclusiva del meeting, coordinata dal giornalista Rai Bruno Luverà, si aprirà alle ore 9 con la presentazione dei report finali del lavoro svolto in questi giorni dai giovani all’interno dei cinque Laboratori di idee su “Crescita consapevole” (istruzione, educazione, formazione, etica), “Cittadinanza attiva” (comunicazione, informazione, partecipazione, rappresentanza, impegno sociale e civile), “Identità” (cultura, protagonismo creativo, linguaggi ed espressione di sé, spazi e tempi del vivere quotidiano), “Lavoro e impresa” (orientamento, occupazione, imprenditorialità, innovazione, ricerca e sviluppo sostenibile), “Ruoli delle istituzioni” (trasversalità delle politiche giovanili e sussidiarietà nei rapporti tra istituzioni).

Il ministro Melandri, a cui i giovani consegneranno i report, sarà accolta dal presidente della Provincia Palmiro Ucchielli e dal presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca. Al centro dell’attenzione, “La legge che non c’è”, tema di questo secondo meeting internazionale: in Europa, solo l’Italia e la Polonia non hanno ancora una normativa nazionale sulle politiche giovanili.

 

torna all'inizio del contenuto