Comunicati stampa | Dalla Provincia
mercoledì, 28 settembre 2005
Origine: Informazione e stampa -  Autore: g.r.

70’s Flowers: il Progressive made in Italy

Giovedì 29 settembre appuntamento a Fano.

FANO – Sarà dedicato alla nascita e alla lunga e fortunata storia del Progressive made in Italy l’appuntamento di giovedì 29 settembre a Fano con ’70 Flowers, il Festival sui miti della musica degli anni Settanta promosso dalla Provincia insieme ai Comuni del territorio. L’evento di sabato, in collaborazione con il Comune di Fano, vedrà la presenza alle ore 18.30, presso il Teatro della Fortuna, di eccezionali protagonisti della musica progressive italiana di ieri e di oggi: Franz Di Cioccio (batterista della PFM), Vittorio De Scalzi (polistrumentista dei New Trolls) e Vittorio Nocenzi (tastierista del Banco del Mutuo Soccorso). Un appuntamento da non perdere, a cui seguirà alle ore 21.15 in Piazza XX Settembre uno straordinario concerto kermesse che vedrà avvicendarsi sul palco tre grandi gruppi progressive italiani di ieri e di oggi: i giovani Odessa (Lorenzo Giovagnoli, voce e tastiere, Giulio Vampa, chitarra, Valerio De Angelis basso, Marco Fabbri batteria), i Finisterre (Stefano Marelli chitarre e voce, Boris Valle pianoforte, tastiere, Fabio Zuffanti basso, bass pedals, cori, Agostino Macor sintetizzatori, cori, Marco Cavani batteria, percussioni, cori) e gli intramontabili Arti & Mestieri con Furio Chirico alle percussioni, Beppe Crovella, tastiere, Corrado Trabuio, violino, Marco Roagna, chitarre, Roberto Cassetta basso, e lo special guest Warren Dale al sassofono.

In caso di maltempo, il concerto si terrà nel Teatro della Fortuna. L’ingresso è libero. Info: 0721 359305/464 (il programma completo è sul sito www.stanzacreativa.it). Il genere rock cosiddetto “progressivo” nasce all’inizio degli anni Settanta. Si trattava di un fenomeno musicale caratterizzato da un approccio del tutto innovativo e sperimentale della musica rock. Tutti i gruppi progressive, infatti, cercavano il “salto di qualità” che arricchisse la loro ricerca musicale di influenze provenienti da generi normalmente opposti alla musica rock. Nacque quindi una musica influenzata dal jazz, dalla classica e dall'avanguardia, dai brani spesso lunghissimi e affiancata da una iconografia del tutto particolare, spesso fatta di mondi esoterici e fiabeschi, traboccanti di mostri, draghi, e folletti. Le band erano tante e assai diverse fra loro: basti pensare agli Emerson Lake and Palmer, ai King Crimson, ai Gentle Giant, ai Genesis.... E per la prima, e forse unica volta, nell'ambito musicale rock, anche l'Italia dice prepotentemente la sua producendo una miriade di gruppi che percependo la forza di questa nuova musica creano un genere completamente nuovo e destinato a durare nel tempo. Tra questi la Premiata Forneria Marconi, i New Trolls, il Banco del Mutuo Soccorso, le Orme, gli Area.

 

torna all'inizio del contenuto