Contenuto pagina
Provincia di Pesaro e Urbino
Trasporto merci

Gli iscritti all'albo nazionale degli autotrasportatori devono versare ogni anno un contributo, comunemente chiamato "quota", per fare fronte alle spese di gestione dell'albo stesso (art. 63 della legge 6 giugno 1974, n. 298).

La quota dovuta deve essere corrisposta entro il 31 dicembre di ogni anno ed è valida per l'anno successivo. La prova dell’avvenuto pagamento dovrà essere conservata dalle imprese per consentire i controlli da parte del Comitato Centrale. A conclusione di uno specifico procedimento, il mancato pagamento nel termine stabilito dell'intera quota dovuta determina la sospensione dall'albo.

I criteri che concorrono a determinare l'importo da versare sono determinati entro il 31 ottobre di ogni anno dal Comitato Centrale per l'Albo degli autotrasportatori. Sulla base dei dati in suo possesso, il Comitato stesso calcola anche la quota dovuta da ciascuna impresa iscritta all'albo.

 

Per il 2015, il Comitato ha stabilito che la quota può essere versata soltanto attraverso il sistema di pagamento telematico operativo all’interno del Portale dell'automobilista. Per operare nel portale bisogna essere utenti registrati. Per il pagamento sono accettati: conto corrente BancoPosta on line; carte prepagata Postepay o Postepay Impresa; carte di credito VISA o Mastercard.

La procedura di pagamento telematico prevede la visualizzazione dell'importo dovuto. Per eventuali verifiche, si informa che per l'anno 2015 l'importo della quota da versare è quello che risulta dal totale dei seguenti componenti:

a) € 30,00 come quota fissa di iscrizione da versare da parte di tutte le imprese comunque iscritte all'Albo;

b) prima parte variabile calcolata in base alla dimensione numerica del parco veicolare, qualunque sia la massa dei veicoli con cui si esercita l'attività di autotrasporto, secondo la seguente tabella:
- da 2 a 5 veicoli: € 5,16;
- da 6 a 10 veicoli: € 10,33;
- da 11 a 50 veicoli: € 25,82;
- da 51 a 100 veicoli: € 103,29;
- da 101 a 200 veicoli: € 258,23;
- da 201 veicoli in poi: € 516,46;

c) seconda parte variabile calcolata per ciascun veicolo di massa complessiva superiore a 6.000 kg, secondo la seguente tabella:
- € 5,16 per ogni veicolo atto al carico, con massa complessiva da 6.001 a 11.500 kg;
- € 5,16 per ogni trattore con peso rimorchiabile da 6.001 a 11.500 kg;
- € 7,75 per ogni veicolo atto al carico, con massa complessiva da 11.501 a 26.000 kg;
- € 7,75 per ogni trattore con peso rimorchiabile da 11.501 a 26.000 kg;
- € 10,33 per ogni veicolo atto al carico, con massa complessiva oltre 26.000 kg;
- € 10,33 per ogni trattore con peso rimorchiabile oltre 26.000 kg.

Per fare due esempi, dunque:
- un'impresa che dispone di un solo autoveicolo con massa complessiva inferiore a 6.000 kg versa una quota di € 30,00 (quota fissa, nessuna parte variabile);
- un'impresa che dispone di 10 autoveicoli, tutti di massa complessiva superiore a 26.000 kg versa una quota di € 153,63 (30,00 quota fissa + prima parte variabile di € 10,33 + seconda parte variabile di € 103,30).

Per eventuali necessità di chiarimento sulle modalità di pagamento, la Motorizzazione ha attivato il numero verde 800 007 777, attivo dal lunedì al sabato dalle 8.00 alle 20.00.

La definizione dell'importo da versare e la riscossione delle quote annuali sono gestite direttamente dal Comitato Centrale per l'albo degli autotrasportatori. Per qualsiasi necessità (chiarimenti; istruzioni operative; ecc.), pertanto, si deve ricorrere ai seguenti recapiti telefonici e di posta elettronica:

assistenza amministrativa per quota albo

assistenza tecnica per quota albo

segreteria del Comitato Centrale per l'albo

Centralino del Ministero:
06 4158 1

Comitato Centrale per l'albo:
06 4158 4533
06 4158 4517
06 4158 4514


Copyright © 2014 Provincia di Pesaro e Urbino - Gestito con Docweb [id] Responsabile: Ufficio 5.1.4