Comunicati stampa | Dalla Provincia
giovedì, 27 ottobre 2005
Origine: Informazione e stampa -  Autore: g.r.

Responsabilità sociale d’impresa, parte una sperimentazione a Pesaro

Il progetto Sirm illustrato in un “Forum” in Provincia

PESARO – Anche a Pesaro, come nelle altre province marchigiane, verranno individuate alcune imprese dei settori turistico - alberghiero, vitivinicolo ed edile - impiantistico intenzionate a partecipare alla sperimentazione prevista dal progetto regionale Sirm (Sistema impresa responsabile Regione Marche), che si propone di promuovere la responsabilità sociale d’impresa e la sua diffusione sul territorio.

Il progetto, illustrato nella sala del consiglio provinciale in occasione del “Forum sulla responsabilità sociale”, è stato promosso dall’assessorato regionale al Lavoro in collaborazione con l’Armal (Agenzia regionale Marche lavoro) e con il “Gruppo di lavoro per lo sviluppo sostenibile” (Istituto per lo sviluppo etico ISE, associazione Euromediterranea e cooperativa Officina Etica).

Alla presentazione hanno preso parte l’assessore alla Formazione e lavoro Massimo Galuzzi, rappresentanti dell’Armal e del gruppo di assistenza tecnica del progetto (Officina Etica e Istituto per lo sviluppo etico), associazioni imprenditoriali e parti sociali attive sul territorio: dall’Api all’Upa, dalla Cna ad Assindustria, dall’Inail alla Cgil e Cisl.

Come ribadito nel “Forum”, obiettivo del progetto è quello di diffondere la cultura della responsabilità sociale delle imprese marchigiane, contribuendo al tempo stesso ad aumentare la loro competitività e dinamicità. “Innovando la cultura imprenditoriale della regione e dirigendola verso un’ottica socialmente responsabile – ha evidenziato il gruppo di lavoro - il progetto intende elaborare strategie e approcci innovativi alla promozione delle risorse umane e delle variabili di competitività”.

La scelta di alcune categorie di imprese da cui partire per la sperimentazione è legata al loro alto grado di visibilità, al positivo andamento dei settori di appartenenza, alla capacità di contatto con un’utenza extraregionale e all’associazione che si potrà creare tra eccellenza di prodotto ed eccellenza etica. Oltre ad attività di sensibilizzazione, il progetto Sirm sosterrà tutte le imprese che si impegneranno a mettere in atto prassi socialmente responsabili.

 

torna all'inizio del contenuto