Comunicati stampa | Dalla Provincia
giovedì, 27 giugno 2002
Origine: Informazione e stampa -  Autore: n.g.

Maiolo celebra la “Festa del pane”

Sabato e domenica convegni, mostre e visite ai forni del territorio alla ricerca del pane e degli antichi sapori

PESARO. Due giorni di festa per celebrare uno degli alimenti più preziosi della nostra tavola. Sicuramente il più tradizionale: il pane. E’ alla sua fragranza, alle sue qualità, alla cultura nata attorno al suo inconfondibile aroma, che il Comune di Maiolo dedica, sabato e domenica, la “Festa del pane”.

Un appuntamento goloso, ma non solo, organizzato in collaborazione con la Pro Loco di Maiolo e il patrocinio dell’assessorato al Turismo della Provincia e della Comunità Montana Alta Valmarecchia, che va ad inserirsi in un più vasto programma di sviluppo turistico ed enogastronomico dell’intera Valmarecchia.

Riscoprire e valorizzare gli elementi della civiltà contadina, i vecchi mestieri legati alla produzione del pane, accanto al lavoro di ricerca realizzato dai ragazzi del plesso scolastico di Maiolo: è l’obiettivo della due giorni, che si aprirà sabato, alle 15.30, con il convegno “La strada del pane dai forni alla Rocca di Maiolo”, a cui parteciperanno esperti in materia, per proseguire, alle 18.30, con l’inaugurazione della Biblioteca comunale e di mostre collaterali, ospitate all’interno delle scuole elementari. Ovvero la raccolta di proverbi, detti, sentenze ed altro sulla civiltà contadina dal titolo “Un pane, un fiasco, un anno veloci se ne vanno”; lavori artistici in rame di Lino Pavani “I vecchi mestieri di Maiolo” e “Lavori artistici a calza, pizzi all’uncinetto, fiori di carta”. La serata di sabato si concluderà, alle 20.30, con cena a balli in piazza e la piacevoli note del quartetto del maestro Ermes Santolini.

Domenica, alle 11, la celebrazione di una Santa messa con la benedizione dei prodotti della terra e, alle 15, l’interessante visita ai forni sparsi nel territorio alla ricerca del pane e degli antichi sapori, accompagnata da momenti musicali sull’aia. Scivolando verso sera e la conclusione dei festeggiamenti: alle 19 il maestro Paolo Semprini animerà l’atmosfera con “Balla con noi” e, alle 21, grande serata danzante con l’Orchestra Edmondo Comandini.

Da non dimenticare l’allettante proposta pensata dall’amministrazione di Maiolo: con un unico “pass” del costo di 5 euro gli ospiti potranno degustare le varie specialità cucinate dai ristoranti della zona.

 

torna all'inizio del contenuto