Comunicati stampa | Dalla Provincia
sabato, 27 settembre 2003
Origine: Informazione e stampa -  Autore: m.b.

La Provincia verifica se i conti tornano

Nel consiglio di lunedì l’assessore Cecconi farà il punto sull’attività amministrativa, nuovo risparmio sui mutui

PESARO. Tempo di verifiche in viale Gramsci. Lunedì, durante la no stop del consiglio provinciale (mattina e pomeriggio, si comincia alle 10 e, dopo la pausa pranzo, ripresa dei lavori alle 15,30), si farà il punto sull’attività amministrativa dell’ente. Dopo una serie di interrogazioni, interpellanze e ordini del giorno (sugli esiti della guerra in Iraq e il rinnovo del contratto dei metalmeccanici), l’assemblea ha in scaletta la “Ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi e la verifica dell’equilibrio di bilancio dell’esercizio 2003”. Sarà la vicepresidente e assessore al bilancio Giovanna Cecconi a fare rapporto sull’attività prima dell’assestamento dei conti, previsto entro fine novembre. L’attenzione sarà rivolta in particolare al piano delle alienazione dei beni provinciali, una delle principali fonti di finanziamento per i lavori pubblici in programma quest’anno.

Restando in tema finanziario, il consiglio sarà anche chiamato a dare il via libera alla rinegoziazione dei mutui contratti dall’ente alla Cassa depositi e prestiti che, sfruttando le migliori condizioni di mercato, comporterà un risparmio di circa 500.000 euro.

In sala “Wolframo Pierangeli” si parlerà anche di formazione professionale e politiche del lavoro con la presentazione del piano dei corsi e delle iniziative in programma per il 2004 illustrato dall’assessore Gloriana Gambini.

Avrà il suo spazio anche la cultura con la delibera sull’adesione della Provincia alla fondazione “Le città del teatro”, che ha lo scopo di allargare la “rete” tesa dall’assessorato ai beni e alle attività culturali-editoria di Paolo Sorcinelli per coordinare le attività legate allo spettacolo. Andrà quindi ai voti la partecipazione della Provincia all’acquisto e alla ristrutturazione dello storico Palazzo Gentili di Macerata Feltria.

All’ordine del giorno ci sono anche l’approvazione dell’accordo di programma per il recupero e la valorizzazione della biodiversità del territorio delle Comunità montane del Catria e Nerone e del Metauro e la convezione tra la Provincia e la Comunità montana del Montefeltro per l’affidamento della gestione di alcuni vivai e altre proprietà immobiliari a cooperative sociali.

Infine l’urbanistica con l’esame (e quindi il voto) dei piani regolatori dei Comuni di Peglio, Petriano e Montegrimano.

 

torna all'inizio del contenuto