Comunicati stampa | Dalla Provincia
martedì, 24 ottobre 2006
Origine: Informazione e stampa -  Autore: Milena Bonaparte

Giovani al volante, più premi che multe

Incoraggiante bilancio della Campagna estiva per la sicurezza realizzata dai vigili della Provincia

PESARO. Più ganzi che gonzi. Traduzione: più premi che multe. È incoraggiante il bilancio della campagna per la sicurezza stradale rivolta ai giovani che gli agenti della Polizia provinciale hanno sfoderato tra giugno e settembre nelle strade del territorio, in particolare lungo la Montelabbatese, la lunga “pista” che tenta i motori della velocità. Nel mirino i ragazzi tra 18 e 25 anni che, attraverso immagini e messaggi accattivanti (“Chi guida prudente è ganzo… e si cucca le fragole” mentre “Chi guida pericoloso è gonzo… e si ficca in trappola”, oppure il dolcissimo bacio che invoglia a pensare alla vita), sono stati sensibilizzati al rispetto del Codice della strada. Perché non c’erano soltanto foglietti verdi, multe e sanzioni ad attenderli: il temuto stop della paletta dell’agente riservava anche simpatici riconoscimenti e tanti buoni consigli per la correttezza alla guida.

E sono stati proprio i disciplinati ad avere avuto la meglio rispetto ai giovani che sono finiti “in trappola”. Dei 568 ragazzi controllati nei quattro mesi della campagna, solo 176 hanno ricevuto sanzioni. Tra le infrazioni al Codice della strada più frequenti, l’eccesso di velocità, la guida senza cinture di sicurezza, il mancato rispetto della segnaletica orizzontale, la circolazione senza documenti di guida o con documenti non in regola. Mentre la maggior parte dei giovani automobilisti, 392, ha ricevuto in premio una maglietta con il logo dell’iniziativa come vessillo della loro guida prudente e sicura.

«La campagna ha dato ottimi risultati - spiega il comandante della Polizia provinciale Daniele Gattoni - proprio perché oltre al messaggio informativo e all’azione preventiva e repressiva contro i trasgressori ha affiancato un sistema di riconoscimento a chi si comporta correttamente, lanciando così un messaggio basato non solo sulla sanzione dei comportamenti sbagliati ma anche sulla promozione e il riconoscimento della disciplina stradale».

Nello stesso periodo ci sono stati anche i servizi di prevenzione e controllo di ordinanza: 2.207 le persone e i veicoli controllati, 468 le violazioni accertate, 10 le patenti e 53 le carte di circolazione ritirate e 147 le infrazioni per eccesso di velocità. Nei pattugliamenti notturni durante i fine settimana, sempre tra giugno e settembre, i vigili della Provincia hanno fermato 297 persone e veicoli, hanno accertato 61 violazioni, una sola patente è stata ritirata, 2 gli automobilisti rimasti senza carta di circolazione.  

 

torna all'inizio del contenuto