Comunicati stampa | Dalla Provincia
mercoledì, 28 agosto 2002
Origine: Informazione e stampa -  Autore: m.b

Ultimi giorni per andare "Lontano"

Chiude sabato il viaggio fotografico di Adriano Gamberini in mostra al museo archeologico di Cagli

CAGLI. C’è tempo fino a sabato per andare “Lontano”. La strada non è poi così lunga. Basta arrivare a Cagli dove le sale del Museo archeologico trattengono ancora per pochi giorni i colori, gli sguardi, i paesaggi e le emozioni del fotografo Adriano Gamberini. La mostra, che si intitola appunto “Lontano”, propone una sorta di racconto di viaggio attraverso l’album dei più bei ricordi che l’autore ha messo insieme negli ultimi dieci anni in giro per il mondo da turista-esploratore-reporter. Ma i settanta scatti tra Africa, Asia e America Latina, pieni di luce e poesia, non regalano solo suggestioni intimiste ma rappresentano anche tanti tasselli per aggiungere preziose informazioni alla conoscenza dell’anima di luoghi, lontani e… vicini. Una sezione della mostra è infatti dedicata a Cagli, un omaggio alla città ospite che è anche il paese dove Gamberini ha vissuto per circa trent’anni prima di trasferirsi a Pesaro.

È questa, in provincia, la seconda tappa espositiva del fotografo che, dopo i “Percorsi”, la collettiva dedicata alla bicicletta e al mondo delle due ruote ospitata lo scorso anno nella sala Laurana di palazzo Ducale di Pesaro, torna a catturare l’interesse e la curiosità del pubblico.

«Cagli mi ha regalato tante emozioni, i visitatori sono stati partecipi e calorosi - racconta Gamberini - Il registro delle presenze è pieno non solo di firme ma anche di messaggi, giudizi, frasi poetiche, brevi temi di bambini e ragazzi. Sono rimasto colpito da tanto coinvolgimento».

Il viaggio fotografico è aperto dalle 16 alle 20, sabato anche il mattino (9,30 - 12,30).

 

torna all'inizio del contenuto