Comunicati stampa | Dalla Provincia
lunedì, 29 settembre 2008
Origine: Informazione e stampa -  Autore:Nicoletta Giorgetti

Tutti al Furlo per riscoprire gli “Asini in riserva”

Domani e domenica la 1^ rassegna sulla biodiversità e il paesaggio rurale organizzata dalla Provincia

PESARO. Due giorni dedicati agli “Asini in riserva”, passeggiando tra le meraviglie della Gola del Furlo in sella, appunto, ad un somaro, o, per i più temerari, armati di piccozza e scarponi nel tentativo di risalire la vetta del Monte Paganoccio. L’iniziativa, che si snoderà domani e domenica, 27 e 28 settembre, tra gli spazi del Museo del Territorio al Furlo, il Parco della Golena ed altri tra gli angoli più suggestivi della Riserva, porta la firma della Provincia di Pesaro e Urbino e della Riserva naturale statale Gola del Furlo, con il patrocinio della Regione Marche e dei Comuni di Fermignano, Acqualagna, Fossombrone, Cagli e Urbino. Un programma originale e diversificato, che prenderà il via domani alle 9.30 con una conferenza sul tema della “Biodiversità equina e recupero delle razze nazionali”, nell’Auditorium del Museo del territorio, preludio all’apertura (ore 11) degli stand di prodotti enogastromici, nell’area fieristica del parco “La Golena”. E poi ancora: animazione a cura dell’associazione “Dottor Pumba”, dedicata ai più piccoli, che saranno impegnati in attività quali “Colora l’asinello”, “Accudisci l’asinello” o “Raglia con Pumba”; il birdwatching alla Gola del Furlo, l’ippotrekking organizzato dall’associazione “Cavalmetauro” e, naturalmente, il trekking someggiato “Pumba Pietra tour”, un percorso di difficoltà medio-bassa accessibile a tutta la famiglia (info e prenotazioni sul sito internet: www.asiniinriserva.it) Insomma, una miriade di iniziative nel segno della biodiversità (“Asini in riserva” vuole rappresentare la prima edizione di una rassegna dedicata, appunto, al tema della biodiversità) e alla riscoperta del paesaggio rurale dimenticato, a partire dagli animali che ne facevano e ne fanno ancora parte, anche se con un impatto minore. Domenica, chiusura festosa con la cena negli spazi enogastronomici delle Pro Loco e, dalle 18 alle 20, musica e piccoli concerti.
torna all'inizio del contenuto