Comunicati stampa | Dalla Provincia
venerdì, 29 aprile 2011
Origine: Informazione e stampa -  Autore: Ufficio Stampa

Padalino, Davide Rossi a Tarsi: «Si vuole impedire dibattito libero?»

Il vicepresidente della Provincia sull’interpellanza presentata dal consigliere del Pdl

PESARO –  Nei giorni scorsi il consigliere provinciale del Pdl Mattia Tarsi ha presentato un’interpellanza  «per sapere – si legge nel testo – se il presidente Matteo Ricci intende prendere provvedimenti nei confronti del vicepresidente Davide Rossi, in merito alle dichiarazioni rilasciate alla stampa sull’ipotesi dello spostamento della scuola media statale Padalino in zona periferica di Fano». Secondo Tarsi, le posizioni di Rossi, «che ha affermato di schierare il gruppo consiliare contro ogni progetto urbanistico della scuola media fanese, minano le scelte politiche del gruppo consiliare, delegittimando il ruolo sovrano del consiglio provinciale».

Ecco la replica di Davide Rossi:

«Forse il consigliere provinciale del Pdl Mattia Tarsi non sa che io sono vicesegretario provinciale dell’Idv e che rappresento questo partito in giunta provinciale come vicepresidente. Pertanto, all’interno della mia azione politica e di governo, esprimo e concorro a formare le posizioni del partito e, quindi, anche del gruppo consiliare, con cui c’è una consultazione costante. L’Idv è contraria alla variante relativa alla scuola Padalino. E conseguentemente, se saremo chiamati a esprimerci in commissione, giunta o consiglio, manifesteremo la nostra contrarietà. E’ una posizione politica limpida e legittima. La variante non ci piace, perché viene ipotizzata a pochissimi anni di distanza dall’approvazione del Prg e , soprattutto, perché sopprime una scuola importante per la vita del centro storico di Fano, senza motivazioni accettabili e senza alcuna forma di concertazione con famiglie e insegnanti. Naturalmente, al posto della scuola, la giunta fanese vuole realizzare appartamenti ed edifici, dando il via all’ennesima operazione immobiliare. Stupisce, l’interpellanza di Tarsi, perché sollevando un’inesistente problema formale, vorrebbe impedire ad una forza politica di esprimersi. Stupisce ancora di più perchè il suo collega di partito, l’assessore Alberto Santarelli, ha la mia stessa posizione. Con la differenza che Santarelli, con grande ambiguità, prima ha votato il provvedimento di chiusura della scuola, poi lo ha sconfessato quando genitori e insegnanti si sono ribellati. Meraviglia ancora l’interpellanza di Tarsi, perché a Fano il Pdl ha avuto, sino a pochi mesi fa, un segretario che era anche presidente del consiglio comunale. Mi riferisco, ovviamente, sempre a Santarelli, che spesso e volentieri, pur ricoprendo un ruolo istituzionale di garanzia, si scontrava con lo stesso sindaco Stefano Aguzzi su questioni rilevanti per la città, come quella della variante all’ex zuccherificio. E così continua a fare anche da assessore. La richiesta continua di provvedimenti puntivi nei miei confronti, testimonia l’incapacità di accettare un libero dibattito. E significa anche che le mie parole colgono nel segno e toccano tasti dolenti. Pertanto, continuerò esattamente come ho fatto finora».

Davide Rossi – Vicepresidente della Provincia

torna all'inizio del contenuto