Comunicati stampa | Dalla Provincia
giovedì, 29 gennaio 2004
Origine: Informazione e stampa -  Autore: a.p.

Ovadia, quella voce dal ghetto di Varsavia

Per Sipario d’inverno, il musicista di origine ebraica sarà protagonista di un recital al Sociale di Novafeltria

NOVAFELTRIA. Ghetto di Varsavia, Seconda Guerra Mondiale, Olocausto. Momenti tragici che Moni Ovadia, il più singolare interprete della musica ebraica, accompagnato al piano dal grande direttore d’orchestra Carlo Boccadoro, ripercorrerà lunedì 2 febbraio al teatro Sociale di Novafeltria (ore 21,15) per “Sipario d’inverno”, il festival promosso dall’assessorato ai beni e alle attività culturali-editoria della Provincia e curato dal Teatro Stabile delle Marche. Il recital, dal titolo “Canti e racconti della resistenza del ghetto di Varsavia contro i nazisti”, è un viaggio a ritroso nel tempo, una orazione civile a metà fra concerto e racconto, per rendere omaggio a coloro che, in quei tragici anni, sono stati privati della loro libertà.

A completamento della serata, venerdì 19 marzo alle 17,30 nella sala Globi della biblioteca Federiciana di Fano, Moni Ovadia sarà il protagonista di un incontro su “Teatro del Novecento, da Brecht a Kantor”, a cura del direttore della rete della Fondazione del Teatro Stabile delle Marche Massimo Puliani, presente alla conversazione.

Ovadia, nato in Bulgaria da una famiglia ebraica, ha fatto della sua lingua madre, lo yiddish, il suono e il segno della memoria. Dopo aver iniziato la sua carriera artistica come cantante e

 

 

musicista, fonda nel 1972 il Gruppo Folk internazionale, dedicato allo studio della musica tradizionale dell’area balcanica, incidendo con Carlo Boccadoro un Cd di musiche hyddish.

Nel 1990 da vita a una nuova forma di teatro musicale fondando la Theater Orchestra, per poi plasmarla sulle forme del cabaret nel suo spettacolo “Oylem Goilem”, che lo ha imposto all’attenzione del grande pubblico.

Prenotazioni e vendita dei biglietti all’Infopointspettacoli del Teatro Stabile delle Marche (corso Matteotti 4, Fano tel. 0721.830145, fax 0721.830146, internet www.infopointspettacoli.it), aperto dalle 17 alle 19,30 e ai botteghini del Teatro Sociale di Novafeltria (0541. 921935, aperto due giorni prima dello spettacolo dalle 17 alle 19,30).

 

 

 

 

 

 

torna all'inizio del contenuto