Comunicati stampa | Dalla Provincia
sabato, 29 luglio 2006
Origine: Informazione e stampa -  Autore: Milena Bonaparte

Mombaroccio ritrova i suoi antichi ricami

Progetto “Centoborghi”, domenica si inaugura il nuovo museo allestito nel convento dei frati Girolomini

MOMBAROCCIO. Secondo taglio del nastro per il progetto “Centoborghi” della Provincia. Dopo la Stacciola “ritrovata” di San Costanzo (il 15 luglio è stata inaugurata la piazzetta “Niccolò Mauruzi”) segna una nuova tappa il progetto di riscoperta della memoria collettiva per restituire ai luoghi la loro identità perduta attraverso restauri, interventi di valorizzazione dei centri urbani, riusi del patrimonio urbanistico, ma anche cataloghi per gli studiosi, guide rivolte ai viaggiatori, percorsi e visite accompagnate da eventi culturali. È ora la volta del nuovo “Museo del ricamo” di Mombaroccio, che sarà presentato al pubblico domenica 30 luglio alle 18,30. Il centro espositivo riprende e valorizza l’antica tradizione artistico-artigianale del ricamo mombaroccese ed è stato allestito in nuovi locali, restaurati per l’occasione con il contributo della Provincia, che fanno parte del Convento dei frati Girolomini, nella piazza centrale del paese. L’intervento si inserisce a pieno titolo nella filosofia generale del progetto “Centoborghi”, che mira alla riscoperta e alla valorizzazione dei centri storici, delle tradizioni e della memoria dei luoghi. Insieme al sindaco di Mombaroccio Maria Teresa Uguccioni interverranno il presidente della Provincia Palmiro Ucchielli e l’assessore ai beni storici, artistici, archeologici e progetto “Centoborghi” Paolo Sorcinelli.

 

 

torna all'inizio del contenuto