Comunicati stampa | Dalla Provincia
mercoledì, 29 marzo 2006
Origine: Informazione e stampa -  Autore: Milena Bonaparte

Lucarini: «Ferrovie, stiamo lavorando per fare uscire il territorio dalla marginalità»

L’assessore ai trasporti ricorda all’associazione Val Metauro l’impegno e i progetti della Provincia

L’assessore ai trasporti della Provincia Giuseppe Lucarini risponde alle richieste dell’associazione Ferrovia Val Metauro, ospitate da “Corriere adriatico” di martedì 28 marzo.

 

“L’associazione Ferrovia Val Metauro (Fvm) e il suo presidente Carlo Bellagamba - fa notare l’assessore Giuseppe Lucarini - sanno bene che la Provincia di Pesaro e Urbino è interessata al recupero della tratta Fano-Urbino, al potenziamento della Pergola-Fabriano e, in generale, al rilancio del trasporto su ferro. Il comitato inoltre sa bene che ho dato la mia disponibilità per ogni verifica possibile che possa aiutare a raggiungere gli obiettivi comuni, compreso l’incontro con il ministero, con l’esercito italiano, il genio ferrovieri, i rappresentanti di Rfi (Rete ferroviaria italiana), la Regione Marche. Naturalmente, se per tutto questo è necessaria una lettera del presidente della Provincia, non abbiamo nessuna difficoltà a farla immediatamente.

 

“L’associazione Val Metauro sa anche che la Provincia ha avviato un percorso, attraverso la verifica paziente di tutti i tasselli della questione. Un buon amministratore deve avere chiaro l’obiettivo, per poi passare alla valutazione delle possibilità materiali per realizzarlo. Ci sono stati in questi mesi diversi incontri, in Ancona, a Pergola, a Sassoferrato, nella sede della Provincia di Pesaro e Urbino. Ma ci sono state anche azioni concrete, come l’integrazione dei titoli di viaggio, il ripristino delle stazioni, la possibilità di nuove fermate. Abbiamo costituito un gruppo di lavoro tecnico che ha fatto una prima verifica e che in seguito si allargherà, sempre su indirizzo del presidente della Provincia e dell’Upi (Unione delle Province italiane), anche ad Ancona e Rimini.

“Il nostro obiettivo è una strategia coordinata, un progetto per fare uscire la nostra provincia dalla marginalità nel trasporto su ferro. E l’azione vigorosa che l’assessore regionale Pietro Marcolini ha intrapreso ci conforta in questo senso. Passare dalle affermazioni ai fatti presuppone una serie di verifiche puntigliose che, indipendentemente dalle lettere, abbiamo già avviato e stiamo ad una, ad una programmando, sia per la Pergola-Fabriano, sia per la Fano-Urbino. Anche perché le nostre possibilità finanziarie sono assai limitate e nulla potremmo fare senza risorse straordinarie. Per esperienza posso dire comunque che quando i passi sono concreti, uno dopo l’altro possono anche fare raggiungere obiettivi che inizialmente sembrano impossibili”.

 

torna all'inizio del contenuto