Comunicati stampa | Dalla Provincia
mercoledì, 31 marzo 2004
Origine: Informazione e stampa -  Autore: m.b.

Le ultime donne dei poeti

San Costanzo, venerdì si chiude la rassegna delle letture di Campana “Esempi di bello scrivere”

SAN COSTANZO. Ultimi versi dedicati alla donna. Gran finale, venerdì 2 aprile alle 17 all’Auditorium Filippo Montesi, per “Esempi di bello scrivere”, la rassegna di letture poetiche condotte dal professor Adelelmo Campana dedicata in questa edizione alle figure femminili in cinque secoli di letteratura.

La magia della parola rievocherà anche in Valcesano figure diventate ormai mitiche, come Alcina, Angelica, Erminia, Clorinda, Armida, Fedra, Antigone, Ermengarda, che portano la firma di Tasso, Alfieri, Leopardi, Baudelaire, Racine, Holderlin.

«Quest’anno a conclusione del ciclo - spiega Paolo Sorcinelli, assessore ai beni e alle attività culturali-editoria della Provincia, che organizza la rassegna - è risultato quasi scontato toccare in maniera monografica un tema che in precedenza è sempre echeggiato, comparso più o meno episodicamente o incidentalmente nei versi dei poeti trattati. In questo senso, “la donna nella poesia” è un logico punto di arrivo».

Se da una parte i soggetti femminili sono dominanti nella poesia “al maschile”, dall’altra è scarsa la presenza di poetesse.

«Nei secoli - spiega Sorcinelli - sono stati numerosi gli esempi di scrittura creata da donne, ma questi sono stati relegati in un angolo dalla critica: non per considerazioni qualitative, quanto per una generale e complessiva disattenzione al genere».

Anche quest’anno le conferenze di Campana valgono come aggiornamento per gli insegnati e come credito formativo per gli studenti.

Maggiori informazioni all’Ufficio cultura della Provincia, telefono 0721.359311, www.provincia.ps.it/cultura.

 

torna all'inizio del contenuto