Comunicati stampa | Dalla Provincia
sabato, 16 dicembre 2006
Origine: Informazione e stampa -  Autore: Giovanna Renzini

Inaugurato il nuovo Centro per l’impiego, l’orientamento e la formazione di Urbino

Cerimonia in via dell’Annunziata con il sottosegretario Pietro Colonnella. Benedizione dei locali, articolati su quattro piani

URBINO – E’ articolato su 4 piani ed ospita sportelli per il lavoro, laboratori ed aule di formazione professionale il nuovo Centro per l’impiego, l’orientamento e la formazione di Urbino, in via dell’Annunziata 51. Al taglio del nastro erano presenti, oltre al presidente della Provincia Palmiro Ucchielli, all’assessore alla Formazione e Lavoro Massimo Galuzzi, al sindaco di Urbino Franco Corbucci e all’assessore regionale Almerino Mezzolani che ha portato il saluto dell’assessore Ugo Ascoli, anche il sottosegretario agli Affari regionali e autonomie locali Pietro Colonnella e vari parlamentari.

La visita ai locali, benedetti dall’Arcivescovo Francesco Marinelli, ha consentito di toccare con mano il lavoro svolto per riunire in un unico spazio servizi per la formazione e per il lavoro, a vantaggio di giovani e imprese. La nuova struttura opererà in collegamento con i Punti InformaLavoro di Cagli, Macerata Feltria e Urbania e rappresenterà un punto di riferimento per 29 Comuni. Al piano seminterrato sono presenti 4 laboratori (meccanica pneumatica; elettromeccanica; impianti elettrici; informatica), al piano terra i servizi per l’impiego con sportelli per accoglienza, incrocio domanda/offerta, inserimento lavorativo disabili, orientamento, tirocini formativi, consulenza alle imprese (tra le novità: attività di tutoraggio per disabili in accordo con Asur e ambiti sociali; sportello Inail; sportello famiglia a supporto delle badanti e delle famiglie; sportello per l’avvio di cooperative). Al primo piano gli uffici amministrativi e un’aula multimediale, al secondo due aule informatiche e due teoriche. Oltre a sei corsi l’anno per l’obbligo formativo (circa 90 ragazzi coinvolti) e ad altre attività legate all’apprendistato, si terranno corsi di formazione finanziati dal Fondo Sociale Europeo.

“Questo Centro – ha detto Ucchielli – svolge una funzione strategica, così come la svolge Urbino come città co-capoluogo di provincia e punto di riferimento per numerosi comuni delle aree interne. E’ un punto di incontro tra Università, scuole superiori, formazione, lavoro, politiche giovanili e sistema delle imprese”.

“Finché la formazione e il lavoro erano in capo allo Stato – ha detto il sottosegretario Colonnella – non c’era l’efficienza e l’efficacia che ci sono adesso. C’erano i vecchi uffici di collocamento, che davano l’idea di un’attesa passiva di lavoro. Oggi, strutture come questa, sono la dimostrazione del cambiamento, delle importanti funzioni assunte dalle Province e del ruolo attivo che chi cerca e offre lavoro è chiamato ad assumere, con il supporto concreto dei Centri”.

torna all'inizio del contenuto