Comunicati stampa | Dalla Provincia
mercoledì, 19 dicembre 2012
Origine: Informazione e stampa -  Autore: Giovanna Renzini

Borse lavoro nel settore beni culturali, la Provincia risponde a Giannotti

Come evidenzia il dirigente del Servizio Cultura, la riapertura termini fu necessaria dopo le eccezionali condizioni di maltempo e disagi per i cittadini. “Non è stata pubblicata sull’Albo pretorio ma sul sito della Cultura e diffusa anche attraverso comunicato stampa”

PESARO – “La riapertura dei termini dell’avviso pubblico per borse lavoro legate a progetti culturali si era resa necessaria perché, dopo l’eccezionale ondata di maltempo del 10, 11 e 12 febbraio 2012 e le copiose nevicate che nelle aree interne avevano raggiunto anche metri di altezza, molti cittadini si erano trovati nella difficoltà di spedire o consegnare le domande, con numerose telefonate per chiedere informazioni sul da farsi”. E’ quanto evidenzia il dirigente del Servizio Cultura della Provincia Massimo Grandicelli in risposta all’interrogazione del consigliere Pdl Roberto Giannotti.

“La riapertura termini – prosegue Grandicelli - non è stata pubblicata nell’Albo pretorio perché non obbligatorio per questo tipo di atti, ma è stata inserita sul sito internet della Cultura e diffusa anche attraverso comunicati stampa per informarne il maggior numero di persone. E’ stata data inoltre comunicazione via mail ai soggetti interessati, tra cui Comuni, Comunità Montane, organizzazioni sindacali di categoria a livello provinciale. Nessuna lamentela è mai pervenuta alla Provincia sulla riapertura termini o sulle modalità comunicative della stessa, né osservazioni o rilievi da parte dei non ammessi”.

Per contro, il dirigente del Servizio Cultura sottolinea  “il positivo andamento dell’attività dei borsisti, che dal luglio 2012 ad oggi sta producendo efficaci risultati nell’ottica di valorizzazione dei beni e delle attività culturali del territorio, come riscontrato dai soggetti beneficiari e dagli stessi borsisti nelle rispettive relazioni periodiche”. Gli enti e le istituzioni ospitanti hanno più volte chiesto, infatti, alla Provincia di verificare con la Regione la possibilità di continuare in progetti simili, a fronte del reperimento dei necessari finanziamenti. “Vista la qualificata esperienza maturata dal consigliere Giannotti in ambito regionale – prosegue Grandicelli – il suo ruolo potrebbe essere significativo e proficuo per individuare in forma collaborativa una strategia condivisa allo scopo di ottenere ulteriori fondi regionali e proseguire nel nostro territorio con progetti di valorizzazione culturale e sostegno all’occupazione giovanile come quello in corso”.

torna all'inizio del contenuto