Comunicati stampa | Dalla Provincia
Giovedì, 24 maggio 2018

“La Battaglia del Metauro”, il 26 e 27 maggio rievocazione storica a Sterpeti di Montefelcino

Un villaggio storico dei Piceni e due accampamenti militari (romano e annibalico) aperti al pubblico. Evento clou il grande spettacolo della battaglia, con 200 rievocatori professionisti. Ingresso gratuito

Di: Giovanna Renzini

MONTEFELCINO – Sabato 26 e Domenica 27 maggio Sterpeti di Montefelcino torna ad immergersi nel 207 a.C. con la spettacolare rievocazione della “Battaglia del Metauro”, che vide fronteggiarsi le truppe mercenarie del cartaginese Asdrubale (giunto in Italia per ricongiungersi alle truppe del fratello Annibale e sferrare insieme a lui l’attacco a Roma) e gli eserciti dei consoli romani Claudio Nerone e Livio Salinatori, riunitisi per contrastarlo. Probabile teatro dello scontro, proprio la contrada di Sterpeti – Ponte degli Alberi, dove Domenica 27, alle ore 17.30, avverrà la Spettacolare ricostruzione della battaglia, con circa 200 rievocatori professionisti che consentiranno al pubblico di immergersi nel clima dell’epoca e di assistere alle concitate fasi dello scontro.

Già da Sabato 26 verranno allestiti sulle rive del fiume Metauro un Villaggio storico dei piceni (gli abitanti della vallata all’epoca dei fatti) e Due accampamenti militari (uno romano e l’altro annibalico) aperti al pubblico per l’intera durata della manifestazione, nei quali si terranno spettacoli, attività dimostrative e didattiche. Nei campi storici si potranno ammirare ricostruzioni di armi, strumenti, oggetti ed assistere a varie attività: dall’addestramento dei legionari e dei guerrieri alla manutenzione ed equipaggiamento militare, fino alla filatura e tessitura delle donne galliche che furono al seguito dell’esercito cartaginese. Sempre Sabato 26, alle Ore 21, sarà possibile assistere allo spettacolo rievocativo “L’imboscata del Pretore Porcio”. Gastronomia e artigianato accompagneranno le due giornate.

La rievocazione storica, alla III edizione (Ingresso gratuito) è promossa dal Comune e dalla Pro loco di Montefelcino, in collaborazione col progetto “Ad Pvgnam Parati” (circuito di rievocazione dedicato alle più grandi battaglie dell’antichità nei luoghi esatti in cui sono avvenute) e con i patrocini della Regione Marche, della Provincia di Pesaro e Urbino e dei Comuni di Cartoceto, Isola del Piano e Terre Roveresche. All’evento partecipano alcune tra le più produttive realtà di ricostruzione storica italiane e internazionali, tra cui la “Federazione Evropantiqva” di Verona, l’associazione “Colonia Julia Fanestris” di Fano e l’associazione culturale “Decima Legio” di Roma.

“La battaglia del Metauro – evidenzia il sindaco di Montefelcino Ferdinando Marchetti – è considerata dallo storico Edward Creasy una delle 15 battaglie decisive per la storia del mondo e vide consumarsi le ultime concitate fasi della Seconda Guerra Punica. Dopo il successo delle edizioni 2015 e 2016 abbiamo dunque voluto riproporre questa rievocazione, con l’intento di valorizzare la storia e la cultura locali e dare continuità ad un evento dai risvolti culturali e turistici, che aumenta l’attrattività del territorio”.

IL PROGRAMMA

SABATO 26 MAGGIO – Alle ore 10 apertura della manifestazione e del mercatino artigianale, con inizio delle visite guidate per le scuole, alle ore 15 apertura dei percorsi didattici fino a sera. Alle ore 16 addestramento delle truppe e alle ore 17 lezioni di tiro con l’arco e frombola. Alle ore 21 spettacolo rievocativo “L’imboscata del Pretore Porcio”, con le truppe spossate di Asdrubale che risalgono il corso del Metauro in cerca di un guado ma vengono assalite dall’avanguardia del Pretore Porcio. Alle ore 22 concerto “Streams of Beer”, musica tradizionale irish dal vivo.

DOMENICA 27 MAGGIO

Alle ore 10 apertura della manifestazione e del mercatino artigianale, con inizio dei percorsi didattici. Alle 17.30 spettacolo rievocativo “La Battaglia del Metauro”.

torna all'inizio del contenuto