Protocolli d'intesa con la Rete Antiviolenza provinciale

Il 7 ottobre 2016 sono stati sottoscritti il protocollo d’intesa istituzionale di rete  per contrastare la violenza nei confronti delle donne ed  il protocollo  operativo per l'attivazione e gestione integrata territoriale di percorsi di accoglienza e uscita dalla violenza.

Tra i numerosi partner coinvolti nella  lotta di contrasto alla violenza ci sono gli Ambiti Territoriali Sociali del territorio (Pesaro capofila), la Regione Marche, la Prefettura, la Questura di Pesaro, il Comando provinciale dei Carabinieri,l’Azienda ospedaliera “Ospedali Riuniti Marche Nord”, l’Asur Marche – Area vasta n. 1, l Ordine dei medici chirurghi della provincia di Pesaro e Urbino, l’Ordine degli psicologi della regione Marche, l’Ordine degli assistenti sociali delle Marche, l’ Ufficio scolastico regionale per le Marche e la Provincia di Pesaro e Urbino.

La Provincia di Pesaro e Urbino è stata promotrice della rete e dei protocolli per contrastare la violenza  fin dal 2008 avviando  un  percorso di sensibilizzazione  nel territorio provinciale coinvolgendo  una serie di soggetti  politico/istituzionali affinché prendessero coscienza della gravità del fenomeno della violenza e nell’ aprile 2009, in seguito all’approvazione della L.R. 32/08 “Interventi contro la violenza sulle donne” e grazie al progetto Donne in Movimento – finanziato dal Ministero Pari Opportunità  è stato aperto  il Centro provinciale Antiviolenza  “PARLA CON NOI”.

A seguito delle modifiche  alla L.R. 32/08 (contrasto alla violenza) apportate dalla sopraggiunta L.R. 01/12/2014 n 32 (Sistema regionale integrato dei servizi sociali a tutela della persona e della famiglia), nel territorio pesarese, inteso come area vasta, per quanto riguarda le azioni di contrasto alla violenza queste sono state gradualmente trasferite all’Ambito Sociale n. 1 di Pesaro.

La Provincia di Pesaro e Urbino, nonostante le numerose difficoltà che ha dovuto affrontare negli ultimi tempi, ha portato avanti con impegno e determinazione  la battaglia di contrasto alla violenza di genere attraverso la gestione del Centro e attraverso il coordinamento e la promozione di azioni di contrasto.

Nell’ottica di dare continuità al percorso fin qui avviato e anche per l’esperienza maturata negli anni, continueremo a restare  parte attiva nella lotta alla violenza di genere e per il rispetto della dignità umana.

 
 
torna all'inizio del contenuto