Trout population RecOvery in central iTAly – LIFE+ TROTA

La Provincia di Pesaro e Urbino, Servizio Ambiente, è stata capofila del progetto “Trout population RecOvery in central iTAly”, acronimo “LIFE+ TROTA”, co-finanziato nell’ambito del Programma LIFE+.

Il progetto, iniziato il 1° novembre 2013, si è concluso il 31 gennaio 2018.

Il partenariato ha coinvolto i seguenti soggetti: Università Politecnica delle Marche, Università degli Studi di Perugia, Legambiente Onlus, Provincia di Fermo, Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

Obiettivo del progetto è stato quello di recuperare e conservare le ultime popolazioni native di trota mediterranea (Salmo macrostigma) in alcuni bacini fluviali della regione Marche. La trota mediterranea, unica trota originaria dell'Italia centro-meridionale, è infatti protetta dalla "Direttiva Habitat" in quanto considerata “specie vulnerabile” in Europa e specie “in pericolo di estinzione” in Italia.

La Rete Natura 2000 è il principale strumento della politica dell’Unione Europa per la conservazione della biodiversità. Si tratta di una rete ecologica diffusa su tutto il territorio dell’Unione, istituita ai sensi della Direttiva 92/43/CEE “Habitat” per garantire il mantenimento a lungo termine degli habitat naturali e delle specie di flora e fauna minacciati o rari a livello comunitario. La rete Natura 2000 è costituita dai Siti di Interesse Comunitario (SIC), identificati dagli Stati Membri secondo quanto stabilito dalla Direttiva Habitat, che vengono successivamente designati quali Zone Speciali di Conservazione (ZSC), e comprende anche le Zone di Protezione Speciale (ZPS) istituite ai sensi della Direttiva 2009/147/CE "Uccelli" concernente la conservazione degli uccelli selvatici.

Le azioni di progetto hanno portato ai seguenti risultati:

  • l'adeguamento dell' impianto provinciale di acquacoltura,  sito presso il Comune di Cantiano, per l'allevamento delle trote native previo screening genetico
  • l’attività di reintroduzione e sostegno alle popolazioni naturali con esemplari mediterranei puri
  • l’eradicazione delle trote aliene in corsi d'acqua strategici per la difesa delle popolazioni mediterranee
  • la difesa dell'habitat della trota macrostigma attraverso la definizione di un metodo per il calcolo del deflusso minimo vitale idoneo alla sopravvivenza di questa specie
  • l’aggiornamento del quadro normativo che regolamenta l'attività di pesca nelle zone SIC del progetto per adeguarlo alla conservazione di questo salmonide.

Le attività hanno inoltre previsto il coinvolgimento della comunità locale di pescatori per aumentare la loro consapevolezza del problema e facilitare la loro accettazione di eventuali modifiche nella gestione della pesca.

Per ulteriori informazioni e aggiornamenti consultare il sito web di progetto: http://www.lifetrota.eu/it

torna all'inizio del contenuto