Mercurialis Annua L. (Mercorella) – Euphorbiaceae

Nome comune: Mercorella bastarda, Mercorella canina.

Fioritura: Aprile - Giugno.

Morfologia

Pianta erbacea annuale e infestante alta fino a 40 cm con fusto eretto e striato diffusa un po’ovunque. Le foglie sono opposte, semplici, ellittico-lanceolate con picciolo ridotto. I fiori sono piccoli, verdastri, unisessuali e portati da piante distinte (specie dioica). I fiori maschili sono disposti in spighe erette di 3-5 cm, i femminili, globosi, sono raggruppati in fascetti ascellari. Il frutto è costituito da una capsula a 2 cocche pubescenti di 4-6 mm.

Distribuzione geografica

In tutto il territorio, escluse Valle d'Aosta e Sardegna. Molto comune su Alpi ed Appennino settentrionale.
Boschi submesofili e mesofili, soprattutto faggete, di preferenza su substrati basici; dal fondovalle a 1600 m di quota

Pollini

I pollini sono trizonocolporati, isopolari, da subprolati a sferoidali, piccoli (18-25 m). I colpi sono lunghi ad apici acuti. Membrana colpale percorsa nella zona mediana da una sottile isola sexinica. I pori presentano un margine sporgente e labiato. Area polare piccola. L’esina, piuttosto ispessita nel mesocolpium presenta una sculturazione microreticolata.

I pollini vengono rilasciati soprattutto tra aprile e ottobre, ma il periodo può essere più ampio e comprendere anche tutto l’anno. I granuli pollinici si possono confondere al microscopio ottico con quelli di Filipendula.

E’ stata riscontrata cross reattività tra varie specie di Euphorbiaceae quali Hevea brasiliensis L., Ricinus communis L. (pollini e semi), e Mercurialis annua L.

torna all'inizio del contenuto