Carpinus Betulus L. – Fam. Corylaceae

Nome comune : Carpino bianco.

Fioritura: Aprile -  Maggio.

Morfologia: albero alto fino a 25 m, piuttosto longevo, con corteccia grigiastra e foglie oblungo-ovate disposte in modo alterno, con margine doppiamente seghettato, a base tronca o cordata. I fiori, che compaiono insieme alle foglie, formano amenti cilindrici: quelli maschili sono penduli, senza bratteole e lunghi fino a 5 cm, quelli femminili sono più corti e accompagnati da una lunga brattea appuntita e cigliata; i fiori sono a loro volta accompagnati da 6 bratteole che dopo la fecondazione si accrescono in una brattea trilobata caratteristica, con lobo mediano più lungo degli altri.
Il frutto, è un achenio ovoide compresso e solcato, duro, di color verdognolo poi bruno a dispersione anemocora (tramite il vento) assieme alla brattea, durante l'inverno.

Distribuzione geografica: specie resistente alle variazioni climatiche, gradisce terreni sciolti, leggeri e freschi; cresce molto bene vicino a piante più alte che lo mantengono fresco ed in penombra; spesso è associato a castagno, varie querce, faggi, olmi, frassini, aceri ecc. Cresce dalla bassa collina sino a raggiungere talvolta i 1400 metri slm.

Pollini: i granuli pollinici del Carpino bianco si presentano tri-tetrazonoporati, isopolari, oblatosferoidali, piccoli (19 - 29 μm). I pori presentano incospicui opercoli. L’esina, finemente granulata, forma aspidi attorno ai pori. L’intima è ispessita sotto i pori a formare onci. (Spesso sono evidenti granulazioni citoplasmatiche).

Il potere allergenico di questi pollini è medio. Fanno parte dei cosiddetti pollini emergenti. I pollini simili al carpino bianco sono Corylus, Betula,Celtis.

torna all'inizio del contenuto