Argomento: Dalla Provincia

PagoPA: il nuovo servizio di pagamento online degli enti locali

martedì, 07 novembre 2017

Da settembre i nostri enti possono accedere al nodo nazionale dei pagamenti attraverso il sistema regionale MPay

Dal mese di settembre il CSTPU ha messo a disposizione dei propri enti il nuovo servizio di pagamento on line PagoPA, predisposto da AgID, grazie al "Sistema Informativo regionale dei pagamenti elettronici Mpay" realizzato dalla Regione Marche.

Quest'ultima, infatti, in base ai DGR n. 1498 del 23/10/2012 e DGR n. 264 del 10/03/2014 "si è posta come intermediario tecnologico e soggetto facilitatore per gli enti locali nella la gestione dei servizi di pagamento on line", consentendo agli enti marchigiani di usare "uno strumento per l’erogazione ai propri cittadini e alle imprese dei servizi di pagamento on line".

Il sistema "consente l’interoperabilità tra le amministrazioni e i Prestatori di Servizio di Pagamento che hanno aderito al nodo dei pagamenti Nazionale, rispettando le indicazioni normative sulla materia e garantendo a cittadini e alle imprese il pagamento di somme dovute alla Regione Marche e alle amministrazioni per le quali la Regione Marche funge da intermediario."

"Mpay prevede una rendicontazione giornaliera delle transazioni di pagamento veicolate attraverso il nodo SPC di AgID (PagoPa). Per ognuna di esse vengono forniti i relativi dati, contenenti le informazioni chiave ricevute dal Sistema dell’Ente e/o in fase di invocazione del pagamento, che consentono all’Ente di poter aggiornare le proprie posizioni contabili. Inoltre il sistema prevede un servizio di estratto conto on-line che fornisce al cittadino, in un unico punto, tutta la sua situazione debitoria nei confronti dell’Ente convenzionato. Pertanto Mpay può essere alimentato con i dati di carico dell’Ente in varie modalità (i dati di carico possono essere aggiornati con l’invio dei pagamenti acquisiti dall’Ente attraverso i canali convenzionali e con le eventuali variazioni di carico relative ad esempio a sgravi o rateizzazioni, al fine di garantire l’attualizzazione del dato reso disponibile al cittadino nel suo estratto conto.)"

(Fonte: sito web Regione Marche)

torna all'inizio del contenuto