Contenuto pagina
Provincia di Pesaro e Urbino
Trasporto merci

Trasporto di cose per conto terzi

Per avviare un’attività di autotrasporto di cose per conto di terzi è necessario essere in regola con diversi adempimenti. In dettaglio, è obbligatorio:

1) iscriversi al Registro Imprese. Per farlo, bisogna presentare alla Camera di Commercio la “Comunicazione Unica” (per informazioni, clicca qui). La comunicazione può essere presentata soltanto per via telematica. Dopo aver ricevuto la comunicazione, la Camera di Commercio provvederà a inviare tutte le informazioni necessarie all’Agenzia delle Entrate (per l’apertura della partita IVA), all’INPS (per la copertura previdenziale) e all’INAIL (per la copertura assistenziale);

2) iscriversi all’Albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi. Per farlo, le imprese con sede nella provincia di Pesaro e Urbino devono presentare la richiesta d’iscrizione all’Amministrazione Provinciale di Pesaro e Urbino – Ufficio Trasporto Merci.

Per potersi iscrivere all'Albo è necessario essere in possesso dei requisiti di onorabilità, capacità finanziaria e idoneità professionale.

È possibile avere soltanto il requisito dell’onorabilità se si vuole svolgere l’attività con veicoli di massa complessiva a pieno carico inferiore o uguale a 1.500 Kg (cosiddetta iscrizione limitata).

La modulistica per l’iscrizione è disponibile nella pagina (Modulistica CT Iscrizione Albo). Poiché esistono diversi tipi di iscrizione, bisogna fare attenzione a utilizzare i modelli richiesti per il proprio caso;

3) nel caso di iscrizione all’Albo non limitata, rispettare la normativa sul cosiddetto “accesso al mercato”. In generale, le imprese che si iscrivono oggi all’Albo possono accedere al mercato seguendo una di queste tre strade:

a) dimostrare di aver acquisito altra impresa che cessi l'attività di autotrasporto di cose per conto di terzi, per cessione di azienda. Si faccia attenzione al fatto che l'azienda che si acquista può trasferire soltanto ciò che ha, e cioè: se, per esempio, poteva esercitare solamente con autoveicoli isolati di portata non superiore a 7 t e di massa complessiva non superiore a 11,5 t, il cessionario potrà esercitare esclusivamente con tutte le stesse tipologie di autoveicoli;

b) dimostrare di aver acquisito l’intero parco veicolare di altra impresa che cessi l'attività di autotrasporto di cose per conto di terzi. Tali autoveicoli devono essere di categoria non inferiore a EURO 3;

c) dimostrare di aver acquisito autoveicoli o complessi veicolari per il trasporto di cose di categoria non inferiore a EURO 3 e per una massa complessiva totale non inferiore a 80 tonnellate. Tali veicoli devono essere:

c1) in disponibilità dell'impresa e quindi in proprietà o in leasing o in usufrutto o acquistati con patto di riservato dominio da parte del venditore;

c2) in regola per la circolazione;

c3) immatricolati in capo a un’impresa singola ovvero a un raggruppamento di imprese (cooperative a proprietà divisa o consorzi). Anche in questo caso, si faccia attenzione al fatto che anche gli ulteriori veicoli eventualmente immatricolati dovranno essere almeno di categoria EURO 3 (salvo casi di forza maggiore: furto, incendio ecc.).

La verifica del rispetto delle norme sull'accesso al mercato è di competenza dell’Ufficio della Motorizzazione Civile, che svolge gli opportuni controlli al momento dell’immatricolazione dei veicoli utilizzati per l’attività di trasporto conto terzi. Per ogni chiarimento su questo punto, dunque, bisogna rivolgersi a tale Ufficio. In particolare, poiché la normativa da rispettare è in parte diversa, è bene che si rivolgano alla Motorizzazione Civile le imprese già in attività alla data del 31 dicembre 2007.

4) dopo essersi iscritti all’Albo degli autotrasportatori (e dopo essersi messi in regola con l’accesso al mercato), procedere all’immatricolazione dei veicoli da utilizzare per lo svolgimento dell’attività;

5) infine, tornare alla Camera di Commercio per comunicare l’avvio effettivo dell’attività.

Copyright © 2014 Provincia di Pesaro e Urbino - Gestito con Docweb [id] Responsabile: Ufficio 5.1.4